Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Barbara, contagi in netto calo ma il sindaco invita alla prudenza

Dopo il picco di 42 casi, la situazione si sta normalizzando. Il primo cittadino Pasqualini si appella al rispetto delle regole: «La mascherina non è una museruola, è rispetto degli altri, soprattutto dei più fragili»

Riccardo Pasqualini
Riccardo Pasqualini

BARBARA – Migliora ancora la situazione in paese, con i contagi in netto calo. A darne comunicazione è il sindaco Riccardo Pasqualini che, come sempre, dà alcuni aggiornamenti circa l’andamento della pandemia nel territorio comunale.

Territorio in cui si era registrato un picco di circa 42 casi di positività al covid e 72 quarantene appena un mese fa, il 19 gennaio: pian piano la situazione si è normalizzata fino ad arrivare al dato più che rassicurante di sei persone positive e altre sei in quarantena fiduciaria o preventiva. Il dato è riferito a poche ore fa, alle 18 di lunedì 15 febbraio.

Nonostante i contagi in netto calo dimostrino di essere sulla strada giusta, per il primo cittadino di Barbara non è il caso di lasciarsi andare per cui ha rinnovato l’invito alla popolazione a «rispettare le solite regole: il distanziamento, che non vuol dire isolamento o sentirci “appestati”; l’utilizzo della mascherina, che non vuol dire “portare la museruola” ma avere rispetto degli altri, soprattutto i più “fragili”; l’igiene delle mani, forse la precauzione più importante e che comunque una buona educazione dovrebbe insegnare sempre; evitare gli assembramenti, che vuol dire soltanto, come esempio limite, non stare in 4 metri quadrati in 10 persone. Infine, anche se ammessi, limitarsi negli spostamenti soprattutto per luoghi molti affollati».