Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Bagno in mare a Senigallia in pieno inverno, il rituale del prof di religione: «Un’esperienza che dà energia al corpo»

Il prof Gianluca Tinti si tuffa in mare ogni mese dell'anno, dal 2011: «È un’esperienza che dà energia al corpo, si sente la mente libera e ci si rilassa in maniera profonda e completa»

Gianluca Tinti subito dopo il tuffo del 2 gennaio 2022
Gianluca Tinti subito dopo il tuffo del 2 gennaio 2022

SENIGALLIA – C’è chi le vacanze natalizie se le immagina davanti ad un caminetto acceso, magari sorseggiando una cioccolata calda, chi invece le trascorre concedendosi un bagno rigenerante nelle a dir poco fresche acque del mare. È il caso di Gianluca Tinti, 49enne insegnante di religione di Ostra, che è oramai un habitué dei tuffi fuori stagione e che non ha rinunciato alle sue abitudini nemmeno quando la spiaggia, alcuni anni fa, era innevata.

Il tuffo con la neve del 2018
Il tuffo con la neve del 2018

Il tuffo andato in scena ad inizio gennaio 2022 potrebbe essere inteso da qualcuno come un rito propiziatorio per l’anno appena iniziato ma la verità è che Gianluca si tuffa praticamente ogni mese dell’anno: «Una tradizione che oramai porto avanti dal 2011. Quell’estate sembrava non finire mai e così, prima ad ottobre, poi a novembre, in pratica non ho più smesso di fare il bagno in mare d’inverno. Mi sono documentato su internet ed ho visto che non ci sono particolari controindicazioni, anzi da molti è ritenuto salutare. Paradossalmente il bagno che mi ha dato meno problemi fu proprio quello del 2018 con la neve: l’acqua era molto più calda dell’esterno. È un’esperienza che dà energia al corpo, si sente la mente libera e ci si rilassa in maniera profonda e completa».

La temperatura della acqua prima del tuffo del 2 gennaio 2022
La temperatura della acqua prima del tuffo del 2 gennaio 2022

Gianluca ha anche descritto l’ultimo tuffo, fatto il 2 gennaio: «Acqua fantastica, 7,9 °C… 8 full-immersion (4 + 4 a distanza di 10 minuti), nelle ultime 4 l’acqua sembrava addirittura calda; 20 minuti di Spa naturale e poi doccia bollente».