Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Auto sospetta nel park del centro commerciale a Senigallia, due denunce

Per i reati di porto abusivo di armi e ricettazione sono finiti nei guai due giovani che si aggiravano con fare sospetto tra le vetture in sosta al Cesano

I controlli della polizia a Senigallia
I controlli della polizia a Senigallia

SENIGALLIA – Porto abusivo di armi e ricettazione. Due persone sono state denunciate dalla Polizia di Senigallia dopo essere state viste aggirarsi con fare sospetto tra le auto in sosta davanti a un centro commerciale. I controlli sono scattati ieri, 9 giugno, nel tardo pomeriggio, quando nel parcheggio del centro commerciale in zona Cesano erano ancora presenti diverse auto. Una di queste transitava vicino ai veicoli parcheggiati e alcuni passanti hanno notato che gli occupanti guardavano attentamente all’interno delle vetture in sosta. Grazie alla segnalazione al commissariato, una pattuglia si è portata sul luogo raggiungendo l’auto sospetta. All’interno tre uomini.

Gli agenti hanno prima controllato i tre individui, tutti di origini rumene, senza fissa dimora in Italia. Alle domande hanno risposto di essere in attesa di un amico: scusa ritenuta poco probabile e che ha dato il via a ricerche più approfondite. Il conducente – un 26enne – era in possesso di un cacciavite nascosto all’interno della portiera dell’auto, mentre sotto il tappetino del passeggero 22enne è stato trovato un telefono cellulare di ultima generazione, del valore di circa 800 euro, ancora imballato, senza riuscire a giustificarne la provenienza.

I poliziotti hanno proceduto quindi al sequestro di entrambi gli oggetti e alla denuncia a piede libero del primo giovane per il reato di porto abusivo di armi e del secondo per il reato di ricettazione essendo probabile che il telefono sia il provento di un furto. Sono in corso gli accertamenti per risalire al proprietario.