Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Assunzione infermieri nelle Marche, le strutture per anziani sono «a rischio collasso»: critiche alle parole di Saltamartini

Il comitato degli enti gestori sottolinea la già grave carenza di personale nelle case di riposo e rsa: il piano di assunzione di personale per fronteggiare l'emergenza coronavirus proposto dall'assessore alla sanità sarebbe il colpo di grazia

SENIGALLIA – C’è preoccupazione tra gli enti gestori delle strutture per anziani nelle Marche per le dichiarazioni dell’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini circa il rafforzamento del personale sanitario. Rafforzamento che prevede nei piani della giunta Acquaroli l’assunzione immediata di ben tremila infermieri.

L’obiettivo, come spiegato dall’assessore Saltamartini, è quello di far fronte all’«aumento della ospedalizzazione, in particolare dei malati delle case di riposo», ma anche di «aumentare i prelievi dei tamponi».
Allo stesso modo, per il Covid hospital di Civitanova Marche verranno spostati medici e infermieri dai presidi territoriali lasciando alcune strutture sguarnite o sotto organico. E anche in questo caso sono arrivate delle critiche.

Se è più che condivisibile il fine di fronteggiare con più personale l’emergenza sanitaria legata al covid-19, ma secondo alcuni non è adeguato il mezzo proposto da Saltamartini con cui si vorrebbe giungere a tale risultato. A sollevare perplessità circa questa intenzione è Mario Vichi, referente del comitato degli enti gestori di strutture per anziani senza scopo di lucro e vero e proprio punti di riferimento per i servizi sociosanitari presenti nel territorio delle Marche

Mario Vichi
Mario Vichi

«Desideriamo esprimere il nostro allarme poiché, di fatto, questo piano significherà la fuoriuscita di tanti infermieri dalle nostre strutture. È evidente che, se quanto sopra si avvera, renderà impossibile la continuazione del nostro servizio. Le nostre strutture saranno costrette ad inviare negli ospedali gli ospiti e chiudere, non potendo garantire il servizio infermieristico. Chiediamo che siano assunte misure di tutela per la prosecuzione delle nostre attività che già soffrono della mancanza di operatori infermieristici per circa un centinaio di unità e un’ulteriore fuoriuscita di tali figure significherebbe il totale collasso».

L'assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini
L’assessore regionale alla sanità Filippo Saltamartini

«Per questo – conclude Mario Vichi che è anche presidente della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti di Senigallia, con circa 240 anziani ospiti – e per diverse altre importanti problematiche, abbiamo da giorni chiesto un incontro urgente con l’assessore Saltamartini a cui da giorni abbiamo anche inviato un promemoria sui gravi problemi del settore sociosanitario, incluso quello delle figure infermieristiche».