Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Arretramento della ferrovia, anche dal sindaco di Senigallia il “sì” al progetto regionale

Piace a Massimo Olivetti l’idea dei due stralci, nord fino ad Ancona e poi a sud del capoluogo regionale. «Stesso trattamento per tutti i cittadini marchigiani»

Il discorso di Massimo Olivetti durante l'incontro a Marotta sull'arretramento della ferrovia
Il discorso di Massimo Olivetti durante l'incontro a Marotta sull'arretramento della ferrovia

MONDOLFO – D’accordo con il progetto di arretramento della ferrovia in due stralci si è dichiarato il sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti. Il primo cittadino della spiaggia di velluto ha partecipato infatti a un incontro che si è tenuto a Marotta nel pomeriggio di martedì 19 luglio. All’iniziativa hanno partecipato anche il presidente regionale Francesco Acquaroli, l’assessore alle infrastrutture Francesco Baldelli e vari sindaci dei comuni della costa marchigiana. 

«Le Marche, unica regione declinata al plurale, per le sue peculiari ricchezze ed i suoi molteplici territori, in un momento topico come questo non può dividersi in politiche di campanile» ha detto Olivetti. «Sì al progetto regionale, condiviso con i comuni costieri e tutte le associazioni di categoria, di un arretramento in due stralci, uno a nord fino ad Ancona ed uno a sud».

Il progetto permetterebbe così – ha spiegato ancora Olivetti – a tutti i comuni e a tutti i cittadini marchigiani di poter avere uno stesso trattamento. «Grazie al presidente Acquaroli e la sua giunta per questo nuovo modo trasparente e partecipativo di affrontare le problematiche e le sfide comuni».