Archeologia, dal 2 al 20 luglio riparte la campagna di scavi nella Città Romana di Suasa

Per tutto luglio si terranno incontri, ricerche e studi sul parco romano di Pianvolpello, sotto la guida del prof. Enrico Giorgi

Archeologia, uno dei mosaici nell’area della Città Romana di Suasa
Archeologia, uno dei mosaici nell’area della Città Romana di Suasa

CASTELLEONE DI SUASA – Prenderà avvio il prossimo 2 luglio la consueta campagna di scavi nell’area della Città Romana di Suasa. Fino al 20 luglio studenti, ricercatori e professori universitari di archeologia saranno al lavoro sotto l’attenta guida del prof. Enrico Giorgi che è anche il Presidente del Consorzio Città Romana di Suasa.

I risultati della campagna di scavo sull’archeologia della zona saranno presentati ed illustrati giovedì 19 luglio, in concomitanza con l’inaugurazione di una mostra presso il museo civico archeologico “A. Casagrande”, dedicata all’esercito romano accampato nell’antico Castrum di Burnum, presso Sebenico in Croazia, dove è in corso da oltre 10 anni una missione archeologica dell’Università di Bologna.
La mostra è frutto della collaborazione con gli archeologi croati, che saranno presenti all’inaugurazione, ed è stata realizzata dal Parco Nazionale della Krka, uno dei principali e più visitato del paese.

La campagna di scavi si protrarrà sino al 20 luglio e nasce dalla trentennale collaborazione tra la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio delle Marche, l’Università di Bologna – dipartimento di archeologia, il Consorzio Città Romana di Suasa ed il Comune di Castelleone di Suasa.

Gli eventi sono organizzati dall’associazione turistica Pro Suasa, che da oltre 50 anni si adopera per valorizzare le risorse di un piccolo paese, creando occasioni di incontro e di crescita sociale e culturale.