Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Arcevia, a palazzo dei Priori uno spettacolo di improvvisazione teatrale

L'attore, regista e autore teatrale Giacomo Lilliù anticipa il festival Ar(t)cevia 2022 con Bagattelle, una narrazione improvvisata e bizzarra sui tarocchi

L'attore, regista e autore teatrale Giacomo Lilliù
L'attore, regista e autore teatrale Giacomo Lilliù

ARCEVIA – Il gioco durante le festività natalizie è un momento di convivialità e socializzazione, ma se diventasse occasione per uno spettacolo di improvvisazione teatrale? Giacomo Lilliù – attore, regista e autore teatrale – per Ar(t)cevia 2022, il festival di arti contemporanee di Arcevia, ha scelto di tornare a misurarsi con i tarocchi (dopo la performance “78!” del 2017) e di esplorare, questa volta, le infinite potenzialità del Bagatto. Nasce così Bagattelle, la performance di e con Giacomo Lilliù, aperta al pubblico sabato 18 e domenica 19 dicembre, alle ore 16 (possibile replica alle 18.30) al Palazzo dei Priori di Arcevia, in corso Mazzini 22.

Bagatto è il numero uno degli Arcani Maggiori, la serie di figure allegoriche che rendono riconoscibile qualsiasi mazzo di tarocchi. Originariamente è un giocoliere, un illusionista o Il Mago (l’altro nome che nel tempo gli è stato assegnato), ma ha anche un risvolto truffaldino e ciarlatano. Una carta ambivalente. Gli spettatori si incontreranno a un tavolo che, come il banco del Bagatto, è pieno di strumenti utili a realizzare giochi di prestigio: nello specifico dello spettacolo, si tratterà di una quantità di mazzi di tarocchi diversi, alcuni tradizionali, altri davvero poco ortodossi. 

Da questi si partirà per costruire una narrazione improvvisata, plausibilmente bizzarra, sgangherata (e con un po’ di fortuna, magari anche poetica), creata dall’estrazione casuale delle immagini, dall’interazione con i “questuanti” che assisteranno, e dall’estro affabulatorio dei performer, sempre in bilico tra fanfaronaggine e magia. 

Bagattelle è una lettura di gruppo, orizzontale, anche accidentata, in cui gli stimoli e le sensazioni sono lasciati liberi di moltiplicarsi. Lo spettacolo è una produzione Malte & Collettivo Ønar, presentato come anteprima di Ar(t)cevia 2022 in collaborazione con ATGTP, che vede Giacomo Lilliù impegnato nell’improvvisazione con le musiche di Diego Federico Porfiri e i costumi di Ilaria Scarrone.
Ingresso gratuito, prenotazione al 334 1684688 (posti limitati), green pass obbligatorio. Per informazioni info@maltezoo.eu.