Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Da Senigallia ad Arcevia, minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus

Dalla vallata Misa-Nevola alta adesione alla commemorazione proposta dall'Anci per abbracciare idealmente chi non c'è più e ringraziare chi sta combattendo in prima linea. Il sindaco Pancotti: «Rispettiamo uniti le regole per non rendere vano il sacrificio di molti»

La commemorazione per le vittime del coronavirus ad Arcevia
La commemorazione per le vittime del Coronavirus ad Arcevia

SENIGALLIA – Dalla spiaggia di velluto ad Arcevia, passando per Trecastelli, Ostra Vetere, Corinaldo, Ostra, Barbara, Montemarciano e Serra de’ Conti. Tutta la vallata del Misa e Nevola ha risposto in maniera partecipe alla giornata nazionale di lutto proposta dall’Anci in memoria delle vittime del Coronavirus. Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio dedicato a chi ha perso la vita a causa dell’epidemia di Covid-19 che sta travolgendo tutto il mondo e che, solo nelle Marche, ha già causato oltre 420 decessi in poco più di un mese.

Alle ore 12 di oggi, martedì 31 marzo, i sindaci dei comuni della vallata si sono recati nelle piazze sotto i municipi o davanti ai monumenti ai caduti indossando la fascia tricolore, in molte occasioni accompagnati dai volontari della Protezione civile. Un gesto semplice, ma particolarmente significativo, per ricordare chi non c’è più, chi è stato strappato ai propri affetti da una malattia subdola e crudele, spesso senza la possibilità di un ultimo saluto, un addio, e impossibilitati a ricevere una degna sepoltura.

La commemorazione per le vittime del coronavirus a Senigallia
La commemorazione per le vittime del Coronavirus a Senigallia

La proposta era partita dal presidente nazionale dell’Anci Antonio De Caro, poi ripresa dal presidente Anci Marche e sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi.
A Senigallia la breve cerimonia si è svolta alla presenza del primo cittadino e del presidente del consiglio comunale Dario Romano, i quali hanno voluto virtualmente abbracciare «tutti i parenti e gli amici delle vittime di questa terribile epidemia, un modo per provare a colmare, almeno un po’, la solitudine che ha avvolto l’ultimo atto della vita di tanti nostri concittadini, scomparsi senza la possibilità di rivedere i loro cari. Come presidente dell’Anci Marche voglio ringraziare tutti i nostri sindaci, i quali, dando prova di unità, umanità e profondo rispetto per il dolore che alberga in tante famiglie della nostra regione, hanno voluto aderire a questa iniziativa».

Il collega sindaco Marco Sebastianelli ha visitato i monumenti di tutte e tre le municipalità che compongono il comune di Trecastelli: Castel Colonna, Monterado, Ripe (in ordine come in foto). A Ostra la commemorazione ha visto partecipare il sindaco Federica Fanesi con gli assessori Agarbati, Bedini e Romagnoli oltre al capogruppo di minoranza Storoni. Bandiere a mezz’asta anche a Barbara, dove il sindaco Riccardo Pasqualini ha osservato il minuto di silenzio assieme al vicesindaco Massimo Chiù.

Anche il Comune di Corinaldo ha aderito all’iniziativa: il sindaco Matteo Principi, in veste istituzionale, ha osservato un minuto di silenzio al monumento dei caduti, per onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari, «per abbracciarci idealmente tutti, per essere di sostegno l’uno all’altro». Stessa procedura per il sindaco di Montemarciano, Damiano Bartozzi, che è rimasto in silenzio sotto il municipio per commemorare le vittime del coronavirus.

La commemorazione per le vittime del coronavirus a Serra de' Conti
La commemorazione per le vittime del Coronavirus a Serra de’ Conti

«Abbiamo voluto rendere omaggio a tutte le vittime Covid, alle famiglie colpite e a tutti gli operatori socio-sanitari che lavorano in prima linea per fronteggiare tale emergenza» ha dichiarato il sindaco di Arcevia Dario Perticaroli (prima FOTO in alto nell’articolo, Ndr), con indosso la fascia tricolore e affiancato dagli assessori, dai volontari della Protezione civile e dalla Polizia municipale, a rappresentanza quindi dell’intera popolazione arceviese. Anche a Serra de’ Conti il sindaco Letizia Perticaroli era accompagnata dalla Polizia municipale e dalla Protezione civile.

La commemorazione per le vittime del coronavirus a Ostra Vetere
La commemorazione a Ostra Vetere

Una piazza silenziosa, vuota e triste – quella davanti alla sede comunale – ha fatto da scenografia alla commemorazione di Ostra Vetere. Il sindaco Rodolfo Pancotti, di fronte al monumento ai caduti, ha reso omaggio in atto di ossequio personale ed istituzionale alle vittime del Coronavirus. Un minuto di silenzio osservato anche dagli assessori, dai consiglieri, dal personale in servizio e dal gruppo comunale della protezione civile per ricordare le vittime ma anche ringraziare gli operatori sanitari che stanno combattendo in prima linea questa tremenda battaglia. «Sessanta secondi, corsi velocissimi a testa china in segno di rispetto e non di remissione. Non abbassiamo la guardia – dice Pancotti rivolto ai cittadini – sono con voi, sono al vostro fianco per guardare avanti con fiducia. Restiamo uniti rispettando le regole, per non rendere vano il sacrificio di molti. Il mio appello accorato a tutta la comunità è sempre lo stesso, restiamo a casa e ne usciremo vincitori».