Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Altre quattro sanzioni a Senigallia per violazione del coprifuoco

I controlli dei carabinieri hanno permesso di identificare i ragazzi tra i 21 e 22 anni fermi sul piazzale Morandi oltre la mezzanotte. Salgono a 12 i provvedimenti in dieci giorni nella sola spiaggia di velluto

Violazione del coprifuoco e prevenzione dei reati: i controlli dei carabinieri a Senigallia
Violazione del coprifuoco e prevenzione dei reati: i controlli dei carabinieri a Senigallia

SENIGALLIA – Ancora violazione del coprifuoco sulla spiaggia di velluto. Ieri sera, giovedì 27 maggio, altre quattro sanzioni hanno interessato dei giovani individuati vicino al piazzale Morandi a Senigallia.

L’episodio si inserisce nell’ambito di una serie di controlli e servizi rafforzati per evitare che l’allentamento delle misure anti covid faccia saltare tutte le azioni per contrastare il contagio attuate finora. Per scongiurare che gli sforzi fatti finora vengano vanificati da comportamenti poco attenti al distanziamento, all’utilizzo delle mascherine e all’orario di circolazione.

Proprio per violazione del coprifuoco sono stati fermati i giovani. I quattro erano fermi nel piazzale a chiacchierare dopo la mezzanotte quando sono stati visti da una pattuglia dei carabinieri della compagnia locale senigalliese. Non essendo riusciti a giustificare in alcun modo la presenza fuori dagli orari consentiti, i quattro ragazzi di 21 e 22 anni, residenti in comuni diversi da Senigallia, sono stati sanzionati con multe da 400 euro.

Negli ultimi giorni sono diverse le persone sanzionate perché trovate a circolare in orario notturno, senza alcuna giustificazione: tre giorni fa era toccato a un giovane lungo corso II Giugno e ad altre due persone che la polizia aveva fermato in auto lungo la statale Adriatica sud; qualche giorno prima, il 18 maggio scorso, la sanzione da 400 euro era stata elevata nei confronti di due senigalliesi che si trovavano alle ore 2 della notte nel centro di Marzocca senza un valido motivo. La sera precedente invece erano stati pizzicati in fallo tre soggetti fermati dai carabinieri sul lungomare Mameli in violazione del coprifuoco.