Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Aggressione sul lungomare di Senigallia, due denunce

Dopo mesi di indagini, la Polizia risale a due dei responsabili che picchiarono con calci e pugni un 35enne. Sono stati deferiti per minacce, lesioni e violenza

La Polizia di Senigallia sul luogo dell'aggressione sul lungomare Mameli

SENIGALLIA – Individuati i due responsabili di un’aggressione sul lungomare Alighieri avvenuta a luglio ai danni di un lavoratore stagionale. La Polizia è riuscita dopo settimane di indagini a risalire a due ventenni dell’anconetano che sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

L’episodio era avvenuto ai primi di luglio scorso, quando la vittima stava percorrendo il lungomare centrale di Senigallia, dove sono presenti molti locali, sul suo monopattino. Il 35enne stava tornando a casa dopo un turno di lavoro quando è stato prima insultato da un gruppo di ragazzi e poi, alla richiesta di spiegazioni, picchiato con calci e pugni. Gli aggressori, subito dopo, hanno fatto perdere le tracce, lasciando la vittima a terra.

Dopo aver chiamato la Polizia, il giovane è stato curato dai sanitari del 118, giunti sul posto con un’autoambulanza, per le ferite riportate alle gambe e al volto: la prognosi fu di oltre 30 giorni.

Nell’immediato le ricerche non avevano dato esito positivo ma le indagini non si sono fermate: tramite le varie testimonianze raccolte dai presenti e dalla descrizione che la vittima ha fornito, gli agenti del Commissariato di Senigallia sono riusciti la settimana scorsa a risalire all’identità di due degli aggressori.

Si tratta di due 20enni della provincia di Ancona, senza precedenti: giovani che sono soliti frequentare la spiaggia di velluto e i locali della cosiddetta movida. Per loro è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria per i reati di minacce aggravate, lesioni gravi e violenza privata.