Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Addio a Senigallia allo storico orafo Fulvio Bagna

L'ultimo saluto al commerciante e artigiano del centro senigalliese, deceduto a seguito di un grave male con cui lottava da tempo, si terrà alla casa del commiato di via Cellini, dopo un incontro privato tra i parenti

SENIGALLIA – Si celebrerà in forma privata oggi, mercoledì 27 novembre, l’ultimo saluto a Fulvio Bagna, l’orafo del centro storico deceduto lunedì (25 novembre), a seguito di un grave male con cui lottava da tempo. Il 62enne era uno degli esercenti storici della città di Senigallia.

Era nato a Milano ma la sua attività era iniziata a Fermo negli anni ‘80, per poi trasferirsi a Senigallia da cui non si è più allontanato. In principio Fulvio Bagna lavorava in via Mastai, una strada del centro storico vicina a corso II Giugno dove l’artigiano esponeva le sue creazioni, anche personalizzate, prima di spostarsi in via Arsilli.

Tanti i messaggi di cordoglio arrivati alla sua famiglia e sulla sua pagina Facebook, tutti a sottolineare il suo buon carattere e la sua amicizia sincera. «Prima di essere un apprezzato orafo, sei stato per me un prezioso amico e compagno di lotta in anni lontani nel tempo. Quel tempo che ci vide sempre fianco a fianco in ogni occasione. Hai lottato fino alla fine, coerente col tuo spessore di combattente. Ora lasci un vuoto grande che, nè il tuo ricordo, nè le nostre risate e l’impegno comune di allora non riusciranno a colmarlo, ma presto le lacrime lasceranno spazio al ricordo di quegli anni indimenticabili che attraversammo insieme per le strade di Milano. Ciao Fratello e Compagno insostituibile».

L’ultimo saluto si terrà nel pomeriggio alla casa del commiato di via Cellini, dopo un incontro privato questa mattina con amici e parenti.