A scuola di artigianato e di innovazione: inaugurato l’atelier creativo nella primaria al Cesano di Senigallia

il laboratorio nasce come un'esperienza inclusiva, interculturale, capace di sviluppare abilità diverse. I bambini alle prese con strumenti, tecniche tra artigianato, manualità, innovazione, arte

Inaugurato il primo atelier creativo nella scuola primaria a Cesano di Senigallia
Inaugurato il primo atelier creativo nella scuola primaria a Cesano di Senigallia

SENIGALLIA – Inaugurato il primo spazio creativo interno in una scuola primaria. Si tratta dell’atelier inserito nella scuola del Cesano, dove è stato possibile realizzare il progetto grazie al bando su arte, manualità e digitalizzazione indetto dal ministero della pubblica istruzione a livello nazionale. Progetto che ha permesso alla scuola situata sul lungomare Mameli di risultare vincitrice come primo istituto della città di Senigallia e 21° nella Regione Marche.

E per la scuola primaria di Cesano, che fa parte dell’istituto comprensivo Mario Giacomelli, non poteva esserci connubio migliore che abbinare l’arte creativa con l’interazione fra le tecniche digitali e analogiche di stampa, registrazione audio, fotografia e video. Un po’ come dare ai bambini della primaria di Cesano gli strumenti per seguire le tracce del grande fotografo le cui opere sono esposte nei musei di tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Francia, dall’Italia all’Australia, al Giappone, al Canada e persino a Seul, capitale della Corea del Sud.

Di arte in arte, dal digitale al manuale andata e ritorno. È questo il concetto di fondo del progetto dell’atelier creativo inaugurato mercoledì 15 novembre: il laboratorio nasce come un’esperienza inclusiva, interculturale, capace di realizzare e valorizzare linguaggi diversi e sviluppare abilità diverse, a metà strada tra sperimentazione, gioco, scoperta ed espressione creativa. Con un focus sull’artigianato: sarà percorsa in poche parole la strada inversa rispetto a quella dell’evoluzione tecnologica, per capire come l’innovazione apporti migliorie ai metodi artigianali e valorizzare così tutto ciò che oggi rischia di perdersi a causa dei processi tecnologici e industriali di massa.

Il progetto dell’atelier è stato ideato dal gruppo “scuola digitale” dell’istituto comprensivo “Mario Giacomelli” formato dalle insegnanti Mariangela Manna, Denise Guidi, Laura Bucci e Sabrina Sereni e realizzato dalla progettista Laura Bucci.
Al loro fianco e al fianco degli alunni della primaria di Cesano sono state coinvolte alcune realtà del territorio: l’associazione “Cesano Per” e “La Marina pro Cesano”, la Banca Suasa, l’associazione “Lapsus” che si occuperà di arte terapia coniugando le esperienze degli artisti diversamente creativi con gli alunni dell’infanzia e della primaria, “Upupa&Colibrì”, che proporrà laboratori di comunicazione visiva interculturale.

Inaugurato il primo atelier creativo nella scuola primaria a Cesano di Senigallia
Inaugurato il primo atelier creativo nella scuola primaria a Cesano di Senigallia

«L’atelier creativo è uno spazio innovativo e modulare che sviluppa un importante punto d’incontro tra la manualità, l’artigianato la creatività e tecnologie – ha dichiarato la dirigente scolastica Fulvia Principi – in cui sono riunite anime che rappresentano mondi apparentemente distanti, ma che entreranno in comunicazione per valorizzare le differenze e in un’ottica pedagogica cooperativa che valorizza il problem solving creativo; gli alunni porteranno a termine le proposte nate dal dialogo e dai desideri condivisi, individuando collegamenti e relazioni, trasportando di arte in arte le competenze acquisite, valorizzando sia gli aspetti del pensiero astratto immaginativo».

Da anni, inoltre, la progettualità della scuola primaria a Cesano di Senigallia si esprime anche attraverso un laboratorio artistico permanente per lo sviluppo della creatività, la scoperta delle potenzialità espressive dei bambini attraverso diversi linguaggi, da quello teatrale a quello fotografico, dal motorio al gestuale, dal grafico al pittorico e musica. Un percorso che abilita risorse in uno degli attori fondamentali per la crescita della città e dei suoi nuovi piccoli attori, in cooperazione con il territorio in cui si integra l’offerta formativa.