A breve la riqualificazione dello skatepark di Senigallia

L’impianto avrà tutte le caratteristiche di una struttura federale e sarà un punto di riferimento regionale, assicura l'assessore Monachesi

Lo skatepark di viale dei Gerani a Senigallia
Lo skatepark di viale dei Gerani a Senigallia

SENIGALLIA – Sono stati consegnati i lavori per la completa riqualificazione dello skatepark in viale dei Gerani, a fianco della scuola primaria “Rodari”. L’intervento, salvo imprevisti, dovrebbe concludersi entro l’anno e si è reso necessario per sanare le carenze del vecchio impianto, molto frequentato non solo da giovani senigalliesi, ma anche da ragazzi provenienti dai comuni limitrofi.

I primi ad attivarsi con l’Amministrazione comunale per il rilancio della struttura sono stati proprio gli skaters del luogo, i quali, identificati con il nome “TNT Crew”, hanno assunto da subito un ruolo propositivo sfociato in una sorta di progettazione partecipata per l’individuazione degli interventi di ampliamento e ammodernamento da realizzare, che ha costituito il punto di partenza per la stesura del progetto tecnico.

«Un bellissimo intervento – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – reso ancora più significativo dalla modalità propositiva adottata per realizzarlo, che ha visto i ragazzi non solo soggetti portatori di una semplice richiesta, ma protagonisti attivi della sua progettazione. L’area dello skatepark funge da importante punto di ritrovo e aggregazione per i giovani e giovanissimi che praticano le discipline sportive su rotelle. La nostra idea è quella di coniugare le esigenze connesse alle attività sportive che si svolgono nell’impianto con una funzione aggregativa capace di trasformare la nuova struttura in un centro d’attrazione giovanile».

«Vista la sua posizione defilata rispetto alle zone residenziali – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Enzo Monachesi – l’impianto skatepark avrà tutte le caratteristiche di una struttura federale, con la possibilità quindi di accogliere eventi sportivi, corsi e manifestazioni. Inoltre, con l’aumento e la diversificazione degli ostacoli si amplieranno anche le proposte sportive, rendendo l’impianto un punto di riferimento regionale».