Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, sarà un weekend di controlli nei luoghi della movida: obbligo mascherina e no ai balli

La Prefettura ha deciso di mantenere inalterato il sistema di verifica delle prescrizioni anti covid nei luoghi di assembramento

La polizia di Pesaro

PESARO – Mascherina obbligatoria nei luoghi della movida e di assembramento dopo le 18. Continuano i controlli delle forze di Polizia finalizzati al monitoraggio del rispetto delle prescrizioni volte a limitare il contagio da “Coronavirus” nel territorio provinciale.

Sul tema si è riunito in videoconferenza il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, con la partecipazione delle principali Amministrazioni comunali e dei vertici delle Forze di Polizia, al fine di effettuare un punto della situazione ed una valutazione delle strategie operative da porre in essere per un efficace vigilanza del territorio.

Dall’incontro è derivata una generale presa d’atto circa la necessità di mantenere inalterato l’efficiente dispositivo di controllo collaudato durante la stagione estiva, e adeguatamente implementato alla luce delle recenti disposizioni governative finalizzate a ridurre il rischio della diffusione del Covid-19 nei luoghi del divertimento e di maggiore aggregazione sociale.

A tale riguardo, massima attenzione delle Forze di Polizia e delle Polizie Locali sarà riservata circa l’obbligo di utilizzo di mascherina, dalle ore 18 alle ore 6.00, su tutto il territorio della provincia, comprese le aree all’aperto, gli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici, le cui caratteristiche favoriscano la formazione di assembramenti, anche di natura spontanea o occasionale.

Controlli stringenti saranno assicurati anche in relazione alle prescrizioni che hanno disposto la sospensione di tutte le attività di ballo, nelle discoteche e locali assimilati, inclusi lidi e stabilimenti balneari, nei quali potranno essere organizzati intrattenimenti musicali solo se limitati all’ascolto da parte di clienti, che assistono in posizione seduta assicurando il distanziamento interpersonale.

È stato infine confermato l’impegno delle Amministrazioni locali che, da vere e proprie sentinelle del territorio, continueranno a fornire il proprio prezioso contributo non soltanto attraverso l’azione dei Comandi di Polizia locale, ma anche mediante la fondamentale attività di responsabilizzazione e sensibilizzazione del cittadino sulle condotte da attuare con massimo rigore – ovvero, costante e corretto utilizzo dei DPI, rispetto delle norme di igiene, distanziamento interpersonale – per una piena e matura presa di coscienza in ordine ai rischi che l’emergenza epidemiologica in atto continua a recare con sé.