Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Vallefoglia, accordo Comune e Gdf per il contrasto all’evasione fiscale: sotto la lente sovvenzioni per aziende e affitti

Attenzione anche agli alloggi pubblici e abusivismo alberghiero. «Obiettivo garantire la correttezza dei sostegni disposti»

Il sindaco di Vallefoglia Ucchielli e il comandante della Gdf Blandini

VALLEFOGLIA – Contrasto all’evasione fiscale, accordo tra comune e fiamme gialle. È stato siglato oggi dal Sindaco di Vallefoglia, Palmiro Ucchielli, e dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro, Col. t. ST Enrico Blandini, un Protocollo d’Intesa finalizzato alla prevenzione e al contrasto all’evasione e dell’illecito conseguimento di benefici e agevolazioni erogate dall’Amministrazione Comunale.

Il Sindaco Ucchielli spiega lo scopo dell’accordo: «Questo protocollo sancisce la stretta collaborazione con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, affinché vengano rafforzati i sistemi di prevenzione e contrasto all’evasione tributaria. In questo modo, si vanno a rintracciare coloro che, illegittimamente, beneficiano di misure agevolate. L’accordo diventa uno strumento fondamentale per garantire la correttezza di tanti sostegni disposti dall’Amministrazione nei confronti di imprese, famiglie e cittadini.
Da un punto di vista operativo, questa sinergia prevede che gli uffici del Comune di Vallefoglia forniscano alla Guardia di Finanza dati, notizie e informazioni utili al perseguimento delle finalità inserite nel presente protocollo con l’intento dichiarato di tutelare effettivamente le fasce più deboli della popolazione, finite nella morsa delle conseguenze della pandemia».

Controlli rafforzati per sovvenzioni e aiuti alle imprese e attività economiche; erogazione di contributi come affitti, rimborsi utenze, contributi allo studio; concessione di alloggi pubblici; contrasto all’abusivismo nel settore alberghiero. Il protocollo ha una durata di 36 mesi e impegna Comune di Vallefoglia e Finanza alla collaborazione nel rispetto dei reciproci compiti istituzionali.

«Grazie a questo protocollo – afferma il Comandante Provinciale Col. t. ST Enrico Blandini – la Guardia di Finanza rafforza ancor più la sua proiezione di polizia economico- finanziaria a forte vocazione sociale, assicurando l’ottenimento dei benefici verso coloro che ne hanno effettivo diritto».