Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Urbino, in crescita le iscrizioni all’università. Indotto da 100 milioni l’anno

Sono 4.611 le iscrizioni per l’anno accademico 2019-2020, un più 8,7%. I dati forniti dal Rettore Vilberto Stocchi

URBINO – In crescita le iscrizioni universitarie a Urbino, bel segnale per l’ateneo ducale. Sono 4.611 le iscrizioni all’università di Urbino per l’anno accademico 2019-2020, 8,7% in più rispetto all’anno scorso, dati aggiornati al 31 dicembre 2019.

Lo ha annunciato il rettore Vilberto Stocchi in apertura della seduta del tavolo di consultazione dell’Università, dove i vertici dell’Ateneo si sono confrontati con i rappresentanti delle istituzioni del territorio, del mondo produttivo e sindacale e delle associazioni di categoria. Si tratta di un dato in controtendenza rispetto ai numeri nazionali, che vedono diminuire i nuovi iscritti alle Università italiane.

Il dato è in crescita da cinque anni: secondo i dati forniti dall’Università di Urbino, gli iscritti al primo anno, al 31 dicembre 2015, erano 3.837; nel 2016 erano 4.072; nel 2017 4.232 e nel 2018 erano 4.245. Questi i numeri forniti al Ducato, agenzia di stampa dell’Ifg di Urbino.

Durante la seduta sono stati annunciati per l’anno prossimo due nuovi corsi di laurea magistrale: quello di Informatica Applicata nel Dipartimento di Scienze Pure e Applicate e quello di Pedagogia presso il Dipartimento di Studi Umanistici.

Non è mancata poi l’occasione per ribadire la centralità dell’Università nell’economia e nella società di Urbino e del suo territorio: “L’impatto economico dell’Ateneo sulla città rispetto alla popolazione, pari a quasi 100 milioni di euro annui nel suo complesso, è un record nazionale ed è diventato un caso di studio”, ha detto il direttore generale Alessandro Perfetto.