Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Urbino-Fermignano, tentativo di aggressione e sfida per un regolamento di conti: indagini in corso

La Polizia di Urbino sta cercando di indentificare i responsabili dei disordini avvenuti durante la partita di categoria juniores

La polizia di Urbino

PESARO – Caos durante Urbino-Fermignano, indagini in corso.

Sono in corso accertamenti da parte del personale della Polizia di Stato in servizio al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Urbino, finalizzati ad identificare i responsabili dei disordini avvenuti in occasione dell’incontro di calcio Urbino – Fermignano categoria Juniores, tenutosi lo scorso sabato 13 novembre.

I fatti in questione si sono verificati durante la partita di sabato scorso, partita che ha visto la presenza di un gruppo di tifosi ospiti, per lo più provenienti dalla partita che la prima squadra aveva disputato a Fermignano nello stesso pomeriggio.

Lo striscione offensivo e i fumogeni

In particolare nel corso della partita alcuni supporters ospiti hanno acceso e lanciato dei fumogeni, quindi hanno esposto uno striscione offensivo nei confronti della squadra di casa. Nel medesimo contesto si verificava anche il tentativo da parte di un gruppo dei tifosi di accedere agli spogliatoi, culminato con l’aggressione ad un dirigente della società urbinate e con l’invito, fortunatamente non accolto, diretto ad alcuni giocatori della squadra di casa a partecipare ad un “regolamento di conti”, che avrebbe dovuto tenersi la sera stessa presso una discoteca dell’entroterra. Gli stessi tifosi, all’arrivo delle Forze dell’Ordine, si sono allontanati, dandosi alla fuga.

L’episodio, sul quale sono in corso le indagini dei poliziotti, presenta aspetti di una certa gravità, anche in considerazione della giovane età degli atleti impegnati nell’incontro.