Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Urbanistica, Lega Pesaro contro Ricci: «Il Comune raddoppia il tempo dei rilasci dei permessi edili»

Duro attacco del gruppo consigliare: «Spostate da 60 a 120 giorni le autorizzazioni a costruire. Responsabilità politica»

PESARO – Dopo l’annuncio dell’Amministrazione per l’assunzione di nuove figure per urbanistica, lavori pubblici e cultura (tecnici, geometri, esperti di gare e contratti), la Lega attacca Ricci: «Mentre il sindaco si fa paladino della guerra alla burocrazia dispensando lezioni a tutti, la sua giunta i sposta da 60 a 120 giorni il tempo massimo per il rilascio del permesso di costruire appellandosi all’art. 7 del dpr 380».

Così i consiglieri comunali della Lega replicano alla riforma pensata dal sindaco attraverso bandi di assunzione in Comune per figure tecniche specialistiche.

«L’applicazione dell’art. 7, che prevede una deroga dei tempi di risposta della P. A., si può attuare solo in casi eccezionali (in particolare, quando ci sono opere pubbliche o private complesse in cui concorrono più enti) e non a tutte le concessioni. Questa scelta rischia di rallentare tutte le pratiche urbanistiche con conseguente danno per i cittadini, per i professionisti e per l’intera economia edile. Come sempre tra le parole del sindaco Ricci e la realtà c’è una profonda differenza. Si rafforzi subito il personale in dotazione al servizio, come avevamo già chiesto da tempo con una mozione a firma Lega approvata ad unanimità dall’intero consiglio comunale», aggiunge il gruppo consiliare della Lega Pesaro formato dai consiglieri Giovanni Dallasta, Dario Andreolli, Roberto Biagiotti, Andrea Marchionni e Francesco Totaro.

«Naturalmente non possiamo assolutamente mettere in discussione la capacità e l’impegno del personale urbanistica del Comune di Pesaro che da sempre svolge il suo lavoro con dedizione e professionalità. Qui la responsabilità è politica. Anche le nuovi assunzioni annunciate dal sindaco non sembra che vadano nell’ottica di rafforzare in modo adeguato un settore strategico rispetto alla esigenze e alle necessità attuali. L’impegno a pensare alle cene in aria e alle apparizioni televisive, ha distratto il sindaco che si è dimenticato delle cose fondamentali per l’economia locale. Con l’aumento del personale nel servizio urbanistica ci sarebbe, infatti, una riduzione dei tempi per l’accesso alle pratiche del super bonus 110% e non un allungamento degli stessi, a beneficio delle imprese, del lavoro e dell’intera economia».

Dopo le critiche i consiglieri della Lega passano alle richieste. «Ci auguriamo che, aldilà dei proclami, il sindaco e la giunta decidano di mettere mano alla riorganizzazione del personale e ritirino questa scelta sbagliata e assolutamente inopportuna. Occorre – concludono i consiglieri della Lega – sfruttare al massimo tutte le opportunità visto che le scadenze legate al superbonus sono molto ravvicinate e non creare allungamenti nei tempi ed ulteriori burocrazie. Il sostegno all’edilizia legata al non consumo di suolo rientra tra le azioni maggiormente efficaci per favorire la ripresa economica in considerazione dell’importanza della filiera legata al settore edile. Ci auguriamo che il nostro appello venga subito raccolto».