Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Tempi di pagamento della Pa, la Provincia di Pesaro e il Comune di Tavullia virtuosi

L'Ente di via Gramsci salda i debiti coi fornitori in 21 giorni di media, Tavullia in 26. I dati e i commenti

Il presidente della Provincia Giuseppe Paolini

PESARO URBINI – Tempi di pagamento delle fatture da parte degli enti pubblici, la Provincia di Pesaro e Urbino e il Comune di Tavullia virtuosi.

L’ente di via Gramsci nel 2021, ha saldato le fatture in media a 21 giorni dal ricevimento, migliorando la tempistica del 2020 (25 giorni) e soprattutto i dati del 2019 (49 giorni).

«Ringrazio l’Ufficio bilancio dell’ente ed i vari servizi – evidenzia il presidente della Provincia Giuseppe Paolini – per quest’ottimo risultato, frutto di un lavoro di squadra che ha permesso di migliorare ancor di più la tempistica di pagamento, che già nel 2020 è stata inferiore ai 30 giorni previsti dalla legge. Una Provincia in salute, come dimostra anche un altro dato: sul totale delle fatture ricevute nel 2021 dai nostri fornitori, pari a 15 milioni e 753mila euro, al 31 dicembre 2021 risultavano ancora da pagare solo 25mila euro, cioè lo 0,16%».

Il Comune di Tavullia si conferma un ente virtuoso nel pagamento dei propri fornitori. Nel 2021 infatti a fronte di quasi 3,3 milioni di euro di fatture ricevute il tempo medio di pagamento è stato di 26 giorni. Un risultato ottenuto grazie all’efficienza e alla professionalità dell’ufficio Bilancio e dei servizi Finanziari e che ha consentito all’amministrazione comunale di non istituire il Fondo di garanzia dei debiti commerciali.

«Il Comune di Tavullia non è tenuto a effettuare questi accantonamenti perché liquida i propri pagamenti ampiamente entro i 30 giorni previsti dalla normativa nazionale, al di sopra dei quali invece saremmo tenuti a farlo a garanzia dei nostri fornitori – commenta l’assessore al Bilancio Mirko Baronciani – Nel 2021 abbiamo pagato fatture per quasi 3,3 milioni di euro mediamente entro 26 giorni. Un dato importante che ci consente di raggiungere un triplice obiettivo: non dobbiamo accantonare risorse in questo Fondo che così possiamo utilizzare per garantire servizi e investimenti ai cittadini, iniettiamo liquidità nel territorio generando indotto economico a beneficio della comunità e trasmettiamo ai cittadini fiducia nella pubblica amministrazione grazie a un Comune virtuoso che rispetta gli impegni presi e non si perde in lungaggini burocratiche. Chi effettua dei lavori ed eroga servizi, ha diritto di essere pagato al termine della prestazione: questa regola basilare vale ancora di più quando il debitore è un ente o un’amministrazione pubblica. Pagare in tempi brevi è un principio cardine del mio assessorato condiviso con i miei collaboratori. Così come le amministrazioni chiedono puntualità e certezza nella riscossione di imposte e tasse, così dobbiamo essere altrettanto tempestivi nei confronti dei nostri fornitori nel regolare le loro fatture. Mi sento di ringraziare tutto il personale del Comune di Tavullia che con professionalità e dedizione quotidiana contribuisce al raggiungimento di questi importanti risultati ed, in particolare, l’ufficio Ragioneria, il responsabile Rosati ed i suoi collaboratori».