Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Tavullia, premiati i 3 giovani che hanno sventato un furto all’IperConad

I tre, una ragazza e due ragazzi, hanno segnalato i malviventi alle Forze dell'Ordine. Il sindaco Paolucci: «Non hanno girato la testa, un atto di responsabilità»

La premiazione dei tre giovani che hanno sventato un furto

TAVULLIA – Sventano un furto all’Iper Conad, premiati. Il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci, insieme al vicesindaco Laura Macchini, ha premiato tre giovani ragazzi di Tavullia consegnando loro un riconoscimento dell’amministrazione comunale.

L’encomio del Comune è stato consegnato ai 24enni Chiara, Mattia e Marco «in segno di riconoscenza e gratificazione per l’alto senso civico dimostrato il 13 marzo 2021 quando accortisi di un furto che alcuni malintenzionati stavano commettendo all’interno di un centro commerciale hanno prontamente segnalato il fatto alla vigilanza interna e alle Forze dell’Ordine permettendo così l’identificazione dei ladri. Un gesto coraggioso e responsabile che denota la ferma volontà di opporsi ai soprusi in qualunque forma essi si manifestino e che rappresenta un esempio concreto dell’importanza di spendersi, sempre ed anche in prima persona, per una società più equa e giusta».

«L’encomio che abbiamo consegnato oggi ai tre ha un valore altamente simbolico – commenta il sindaco Francesca Paolucci – Vogliamo sottolineare e valorizzare il loro gesto coraggioso. Un atto di responsabilità nei confronti della comunità in cui vivono, studiano e lavorano che acquisisce ancora più valore in una società in cui, purtroppo, egoismo ed individualismo sono disvalori sempre più diffusi. Ed è bello che questo messaggio arrivi proprio dai nostri giovani. Pensiamo di dover insegnare tanto ai nostri ragazzi ma molto spesso siamo noi a dover imparare da loro. Davanti ad un’ingiustizia non hanno abbassato la testa o, peggio, non l’hanno girata dall’altra parte ma hanno immediatamente segnalato il fatto a chi di dovere affinché venisse fatta giustizia. Sono orgogliosa di loro».