Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Tavola rotonda a Fano: Comune, bar e associazioni insieme per il futuro

Un inconto per pianificare al meglio la bella stagione ormai imminente. Lucarelli: «Una leva che abbia la forza di generare un effetto domino che porti benefici a tutti i comparti economici»

FANO – Decoro urbano, pubblica sicurezza e interventi per contrastare la creazione di eventuali assembramenti nell’ottica di rispettare e far rispettare i Dpcm vigenti. Di questo, ma anche di tanto altro, si è parlato a Fano in una tavola rotonda a cui hanno preso parte l’amministrazione locale, il mondo dei bar e delle caffetterie fanesi e le associazioni di categoria.

Per il Comune erano presenti il vice sindaco Fanesi, l’assessore al Verde e al Decoro Urbano Brunori, l’assessore alla Polizia Locale, Finanze e Tributi Cucchiarini, l’assessore alla Mobilità Urbana Tonelli e l’assessore alle Attività Economiche Lucarelli.

Un segno tangibile della volontà di fare squadra per cercare di reggere nel miglior modo possibile l’urto dell’emergenza pandemica che, inevitabilmente, si è tramutata nei mesi in emergenza economica. In un clima costruttivo e sinergico, sono emerse le problematiche ma anche le possibili soluzioni per cercare di portare nei tavoli di rappresentanza nazionale le criticità più evidenti che potrebbero rappresentare un freno per la bella stagione oramai imminente.

Soddisfazione da parte dei titolari di bar e caffetterie che hanno apprezzato lo spirito collaborativo, chiedendo che questo modus operandi venga mantenuto per agire collegialmente a supporto della città. Tra le iniziative dell’amministrazione che verranno confermate c’è quella dell’operazione Tosap che permette la gratuita occupazione extra del suolo pubblico.

«Questa misura – riferisce l’assessore alle Attività Economiche – non vuole essere solo un supporto esclusivo nei confronti di tutti i titolari di attività, ma anche un investimento in grado di promuovere una città da vivere all’aperto, sicura e stimolata soprattutto dagli investimenti nel mondo della cultura. Nella nostra intenzione c’è la creazione di una leva che abbia la forza di generare un effetto domino che porti benefici a tutti i comparti economici».

«Da circa un anno – conclude Lucarelli – stiamo portando avanti un lavoro di confronto basato sul dialogo e sulla fiducia reciproca. Personalmente, posso ringraziare tutti i protagonisti di questo meeting in cui è emerso un grande lavoro di squadra. Sono sicuro che questo metodo, che va a comprendere le necessità di tutti i settori economici, si sta rivelando efficace e produttivo. Per prima cosa, così facendo si disegna la strategia che deve portare al raggiungimento degli obiettivi identificati».