Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, nella stanza d’albergo con la droga e la pistola finta: giovanissimi arrestati

La squadra mobile ha arrestato un 18enne e un 17enne della baby gang di piazza Redi. Avevano la marijuana divisa in dosi

L'auto della Polizia davanti alla questura di Pesaro
L'auto della Polizia davanti alla questura di Pesaro

PESARO – In albego con la droga e la pistola, un 18enne e un 17enne arrestati.

Nell’ambito delle attività volte a contrastare le nuove forme emergenti di delinquenza, il personale della Polizia di Stato in servizio alla Squadra Mobile di Pesaro ha intrapreso specifiche iniziative mirate a disarticolare il fenomeno delle “bande giovanili”, presente anche a Pesaro.

La recente fase post pandemica ha fatto registrare, infatti, diversi episodi di microcriminalità e spaccio di sostanze stupefacenti, ad opera di soggetti minorenni e neo maggiorenni. 

Negli ultimi mesi, gli investigatori della Squadra Mobile hanno monitorato ed analizzato il fenomeno, con l’obiettivo di realizzare una mappatura, giungere all’identificazione dei responsabili ed adottare idonee misure repressive per arginare il fenomeno.

Nel complesso, l’articolata attività trasversale realizzata dagli investigatori è sfociata nei giorni scorsi nell’arresto in flagranza di due soggetti, un neo maggiorenne e un minorenne, resisi responsabili in concorso tra loro del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’ attività svolta ha consentito, essendo già noti a quest’ufficio poiché resisi responsabili di vari reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di stupefacenti, di procedere alla perquisizione nella stanza d’albergo in zona mare temporaneamente occupata

La perquisizione eseguita ha permesso di rinvenire e sequestrare complessivamente 30 gr. di marijuana già confezionata in dosi, una pistola a salve (simile per forma e dimensioni al modello in dotazione alle forze armate) con canna priva di tappo rosso, nonché denaro contante per un ammontare di circa 200 Euro .

Pertanto il neo maggiorenne è stato accompagnato in carcere ed a seguito dell’udienza di convalida è stata confermata la custodia cautelare in carcere. Anche per il soggetto minorenne è stata adottata una misura precautelare e la sua posizione è al momento al vaglio dell’Autorità Giudiziaria minorile.

I due fanno parte della baby gang di piazza Redi.