Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Speciale San Valentino: innamoratevi a Gradara rileggendo la storia di Paolo e Francesca – VIDEO

Sulla scia dell'amore dei due sfortunati amanti cantati dalla Divina Commedia, ogni anno la ProLoco e il Comune organizzano eventi che trovano il loro clou nel giorno della Festa degli innamorati

GRADARA – Nel giorno in cui si celebra l’amore vogliamo invitarvi a trascorrere una giornata speciale in un luogo magico, il teatro della storia di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini, gli amanti dannati raccontati da Dante Alighieri nel V canto dell’Inferno della Divina Commedia. Siamo a Gradara. Alla storia d’amore e di morte di Paolo e Francesca, le due figure di amanti entrate a far parte dell’immaginario popolare sentimentale, è legata anche la suggestione di questa splendida rocca della provincia di Pesaro-Urbino, inserita tra i borghi più belli d’Italia.

Ogni anno Gradara si tinge di rosso e accoglie coppie da tutta Italia e non solo, per rivivere tra scorci, sentieri e antichi viottoli, la storia d’amore dei due sfortunati amanti. «La rocca è il principale monumento di Gradara e il principale monumento degli innamorati di tutte le Marche, di tutta Italia e non solo – dice Mariangela Albertini referente di Gradara Innova per la Rocca di Gradara –. Qui vengono ogni anno tantissime coppie alla ricerca dell’amore. Nonostante la pandemia gli innamorati non ci hanno abbandonato, sono sempre molto felici di percorrere queste stanze che hanno visto l’amore di grandi donne e di grandi passioni, come quella di Paolo e Francesca, ma anche di Lucrezia Borgia, Isotta e Sigismondo».

https://youtu.be/oWUOnew8jUk

Nel quinto canto dell’Inferno, Dante incontra Francesca e la chiama per nome, chiedendole di raccontare del suo amore per Paolo. E lei, piangendo, narra e ricorda. Insieme leggevano il libro che narra di come Lancillotto amò Ginevra, erano soli e più volte la lettura li spinse a cercarsi con gli occhi. Ma quando la bocca desiderata di Ginevra fu baciata da Lancillotto, anche Paolo baciò tremante Francesca e fu l’inizio della loro passione. Del libro galeotto non lessero più altre pagine. Questo amore proibito – Francesca era sposata con Gianciotto, fratello di Paolo – li condusse alla morte per mano del marito di Francesca. La leggenda vuole che i due amanti furono uccisi proprio nella rocca di Gradara, dimora di Francesca e Gianciotto.

«Gradara è capitale dell’amore, nel corso degli anni si sono sviluppati progetti per ricordare le gesta di Paolo e Francesca, e nell’occasione di San Valentino si omaggiava l’amore di questi due sfortunati amanti. Sono stati organizzati diversi laboratori e momenti dedicati alle coppie come corsi di bacio, laboratori di corteggiamento, letture dell’amor cortese. Quest’anno per via della pandemia abbiamo dovuto riconvertire tutto e trasferire le iniziative sul web, invitando le coppie che hanno trascorso dei momenti a Gradara a inviarci le loro foto che poi caricheremo sulla pagina Facebook, è un po’ una Gradara d’Amare 2.0», spiega il consigliere del comune di Gradara Federico Mammarella, che per noi ha vestito i panni di Paolo Malatesta. Il consigliere, in abiti storici e mascherina, ci ha accompagnato nelle suggestive stanze del castello – visitato grazie alla collaborazione della Direzione regionale Musei Marche –, insieme alla consigliera Marika Bocconcelli, per noi Francesca Da Rimini.

Paolo e Francesca nella Rocca (in collaborazione con la Direzione regionale Musei Marche)

In un luogo così magico, nel weekend più romantico, si accendono le candele per un pranzo nelle taverne, osterie e ristoranti del borgo, dove gustare i piatti della tradizione a cavallo tra Marche ed Emilia Romagna, o un aperitivo al tramonto, prima della passeggiata degli innamorati nel bosco di Paolo e Francesca, dove in primavera si svolgono anche dimostrazioni di falconeria.

«San Valentino è un’occasione speciale e eccezionalmente per le coppie di innamorati che verranno a pranzo qui abbiamo elaborato un menù a base di pesce – dice Andrea Chiarion (Ristorante Il Bacio di Gradara) – ma per tutti gli innamorati, ogni sabato abbiamo preparato la proposta “Smart box”, ovvero una cena per due da asporto, con vino e dolce dedicati a chi si ama».

Gradara è il luogo dell’amore celebrato e proibito. Ogni anno la rocca è meta di tantissimi visitatori. Cambiano magari i partner, ma a quella magia non si rinuncia. La ProLoco organizza eventi, momenti e occasioni per le coppie nella rassegna “Gradara d’Amare”. E anche se il Covid ha scombinato le regole, il borgo si colora di rosso passione anche in questo anno difficile con gli itinerari guidati (su prenotazione) in cui partecipare a una “passeggiata raccontata” nel borgo, in compagnia di dame, cavalieri e di un simpatico giullare, poi ristoranti, negozi, bar aperti.
Passato e presente si incontrano in questo borgo, tra questi scorci, a testimoniare che l’amore non ha mai fine.