Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Sanità, bordata dall’Udc al sindaco di Fano: «È lui ad aver favorito lo smantellamento dell’ospedale Santa Croce»

Secondo gli esponenti politici dello Scudo crociato sarebbe stato proprio Seri a firmare e a sostenere insieme all'ex presidente della Regione Marche Ceriscioli la delibera che ha favorito lo smantellamento dell'ospedale locale


FANO – Non si placa il fuoco delle polemiche innescato dalle dichiarazioni del sindaco Seri in merito alle scelte gestionali dell’attuale giunta della Regione Marche.
Ad attaccare duramente il primo cittadino di Fano sono gli esponenti locali dell’Udc: «Seri dice tutto e l’inverso di tutto. Il primo cittadino ora colpito dalla inconsiderazione regionale dimentica che è stato proprio lui a firmare e a sostenere insieme all’ex presidente della Regione Ceriscioli la Delibera 523 del 2018, che ha favorito lo smantellamento del Santa Croce le cui conseguenze sono state pagate negativamente anche dai cittadini della vallata del Metauro e parte del Cesano».

LEGGI ANCHE: Fano, destino dell’ospedale Santa Croce: Aguzzi ribatte al sindaco Seri

E ancora, rincarano la dose: «Avrebbe potuto difendere l’ospedale fanese nel momento, ed era sotto gli occhi di tutti, che l’ex presidente del Pd Ceriscioli parlava di equa sanità tra Fano e Pesaro dopo la costruzione dell’ospedale unico invece, silenziosamente, trasferiva i reparti fanesi al San Salvatore di Pesaro depotenziando anche i restanti ospedali in provincia».

E concludono: «Il sindaco Seri farebbe bene a ringraziare gli attuali amministratori regionali del centrodestra che stanno rimettendo insieme le macerie causate dalla sinistra per ricostruire una sanità attenta al territorio compreso il Santa Croce di Fano».