Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

San Lorenzo in Campo, già condannato per lesioni e maltrattamenti evade dai domiciliari

A giustificazione della sua condotta, l’uomo ha riferito motivazioni a dir poco futili: si sarebbe recato a cena da parenti ed avrebbe così tardato il rientro. Per il 48enne è scattato l’arresto per il reato di evasione in flagranza

Carabinieri
Carabinieri

SAN LORENZO IN CAMPO – Non ha rispettato le disposizioni inerenti agli arresti domiciliari, rimediando così un’ulteriore condanna da parte delle autorità. Protagonista in negativo della vicenda un 48enne del luogo che, nella serata del 13 giugno, non ha fatto rientro a casa dopo il lavoro.

I militari della Stazione di San Lorenzo in Campo si sono recati a casa dell’uomo soggetto alla detenzione domiciliare per i reati di lesioni e maltrattamenti in famiglia ai danni dell’ex coniuge. I Carabinieri, dopo aver suonato il campanello più volte senza ricevere alcuna risposta, hanno atteso il rientro del 48enne avvenuto solo nella tarda serata, ovvero ben oltre l’orario previsto dal permesso che gli è stato accordato per motivi di lavoro.

A giustificazione della sua condotta, l’uomo ha riferito motivazioni a dir poco futili: si sarebbe recato a cena da parenti ed avrebbe così tardato il rientro. Scuse però che non sono state prese in considerazione dalle autorità: per lui è scattato l’arresto per il reato di evasione in flagranza. Nella mattinata odierna è stato sottoposto ad udienza di convalida e rito direttissimo: il 48enne è ritornato ai domiciliari, ma con una condanna di ulteriori 8 mesi di reclusione.