Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, rubano in casa soldi e bancomat, ma non ci sono segni di effrazione

Il fatto è avvenuto in via XXIV Maggio dove sono stati presi 700 euro in contanti. Resta da capire come siano entrati senza forzare nulla

PESARO – Rubano in casa, ma non ci sono segni di effrazione. Nella serata di giovedì, il giorno dell’Epifania, i ladri hanno colpito in viale XXIV Maggio.

Hanno scelto il tardo pomeriggio, quando i proprietari di casa erano fuori e sono entrati. Hanno rovistato in tutta l’abitazione aprendo armadi e cassetti. Poi hanno rubato 700 euro in contanti e un bancomat. Verso l’ora di cena gli inquilini sono rientrati e hanno visto tutto il trambusto. Così hanno dato l’allarme alla Volante della Polizia.
Ma c’è un dato singolare perché non risultano segni di effrazione né alle finestre né al portone principale. Dunque i proprietari non sanno spiegarsi come siano potuti entrare. Alla vittima del furto del bancomat non è restato altro da fare che chiamare immediatamente il proprio istituto di credito per poter bloccare ogni funzionalità della tessera così da impedire eventuali prelievi.

Sono stati segnalati anche tentativi di furto tra il 5 e 6 gennaio. Qualche residente delle zone di Montegranaro Muraglia e Calcinari hanno lamentato vistosi segni di effrazione al portone principale. Si trattava di abitazioni al pian terreno, ma in questi casi i ladri non sono riusciti a entrare, forse disturbati da qualche vicino che ha sentito il rumore. Dalle abitazioni non risultano ammanchi. Potrebbe essere stata una banda che ha rastrellato la zona in cerca di un bottino, magari pensando che i residenti erano in vacanza.