Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Rotatoria sulla Siligata, Mattioli: «A luglio i lavori per mettere in sicurezza la Statale 16»

La consigliera Pd: «Opera strategica da 900 mila euro a carico di Anas. Dopo il voto in consiglio via libera»

Un tratto della Siligata

PESARO – Sicurezza sulla strada Siligata, lunedì 20 giugno un passaggio importante in consiglio comunale.

«La rotatoria sul valico della Siligata rappresenta un passaggio determinante per aumentare gli standard di sicurezza per residenti e automobilisti che transitano sulla Statale 16 – riferisce Anna Maria Mattioli capogruppo Pd, dopo l’illustrazione in commissione Lavori Pubblici della delibera per l’approvazione del progetto definitivo e la contestuale adozione di variante al P.R.G. – e la realizzazione di questo strategico rondò all’incrocio con la strada per Fiorenzuola, vedrà finalmente l’inizio dei lavori dai primi giorni di Luglio».

Un’opera strategica sulla Statale 16 che darà una risposta alle tante sollecitazioni dei residenti del Quartiere 6 San Bartolo, Siligata, Boncio, una convenzione tra ANAS e Comune di Pesaro che provvederà agli espropri per un investimento di 40 mila euro, mentre Anas regionale ha elaborato il progetto esecutivo, indetto il bando di gara e assegnato i lavori per completare l’opera dell’importo di 900 mila euro tutti a suo carico.

L’area dell’intervento

«Lunedì prossimo (20 Giugno ndr), dopo il terzo e ultimo voto in consiglio Comunale, possiamo dire che finalmente si sbloccherà il procedimento attuativo a favore di una viabilità che salvaguarderà la sicurezza. Oltre alla rotatoria – prosegue Anna Maria Mattioli –  ci saranno anche gli attraversamenti pedonali, due aree di sosta per gli autobus, un marciapiede e una bretella che porterà alla vecchia strada delle Siligate per l’accessibilità anche per chi proviene dal Boncio di effettuare il cambio direzione verso Pesaro o Cattolica, il marciapiede inoltre, consentirà ai residenti di raggiungere in sicurezza l’attraversamento pedonale. Si auspica un voto unanimemente favorevole da parte dell’assise – conclude Mattioli – in virtù dell’approvazione già pervenuta da parte degli enti interessati e in previsione della realizzazione della futura “ciclovia adriatica” che  consentirà la percorribilità, tanto a piedi, quanto in bicicletta, e in totale sicurezza fino a Pesaro».