Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Riserva naturale della Gola del Furlo, sono nati due pulli di aquila reale

La Provincia di Pesaro e Urbino che gestisce l'area naturalistica fa sapere della nascita dei due aquilotti. Stanno bene e verranno monitorati. L'anno scorso nacque Katy, una superba femmina osservata volare sui cieli della Riserva fino a qualche settimana fa

CAGLI – Sono giorni in cui si parla di emergenza e lotta al Coronavirus. Ma belle notizie come queste infondono positività.
Arrivano dalla Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo”, dove sono nati due pulli dalla coppia di aquile reali formatasi nel 2017, quando una giovane femmina aveva preso il posto della “regina” Elena, molto più vecchia del maschio.

La coppia era stata monitorata a febbraio, all’inizio della nidificazione, da alcuni appassionati birders che collaborano con la Riserva dando preziose informazioni sull’avifauna che la frequenta. Il nido scelto è quello sul monte Paganuccio, come lo scorso anno: nel 2019 si schiuse un solo uovo e nacque Katy, una superba femmina osservata volare sui cieli della Riserva fino a qualche settimana fa, per poi essere cacciata dai genitori all’inizio della nuova stagione riproduttiva, come consuetudine della specie. Questa volta i pulli sono due, come scoperto dalla polizia provinciale durante la consueta attività di vigilanza all’interno della Riserva, gestita dalla Provincia di Pesaro e Urbino.

«Voglio ringraziare – evidenzia il direttore della Riserva naturale statale Gola del Furlo Maurizio Bartoli – l’agente della polizia provinciale Rino Clementi e l’appassionato ornitologo Maurizio Saltarelli, che fino all’ultimo, prima dei divieti di spostamento legati all’emergenza Coronavirus, ha monitorato la cova dell’aquila. Appena possibile, speriamo di poter avere anche delle belle foto dei nuovi nati».