Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, ripartono le palestre: una tensostruttura per la danza al parco Miralfiore

Dal 1° giugno a disposizione un'area di 15 metri per 15 con una pedana. Il sindaco Ricci e l'assessore Della Dora: «Lo sport riparte in sicurezza e con le giuste distanze». Ecco le regole

Ecco dove sorgerà la tensostruttura al Miralfiore

PESARO – Una tensostruttura al Parco Miralfiore per lo sport e la danza. Dal 1° giugno via alla ripresa delle attività sportive, ed ecco la proposta del Comune di Pesaro per conciliare movimento e sicurezza.

«Lo sport fa bene alla salute, soprattutto se fatto in sicurezza», così il sindaco Matteo Ricci, alla vigilia della ripresa dell’attività motoria nelle palestre, piscine e centri sportivi, in programma a partire dal 25 maggio 2020. «Per garantire che questo avvenga nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, delle specifiche linee guida settoriali date dal Governo e senza alcun assembramento, il Comune di Pesaro ha deciso di mettersi al servizio delle palestre e delle scuole di danza per agevolare la ripartenza in questa fase due. Come? Mettendo a disposizione gratuitamente delle aree della città, per svolgere la loro attività all’aperto. Lo sport, come altri, è un settore che è stato messo a dura prova da questa pandemia globale, ora prova a ripartire e noi vogliamo aiutarli a farlo in sicurezza».

Parchi e strutture al coperto, per due mesi saranno a disposizione delle scuole di danza e delle palestre private che ne faranno richiesta, a partire dal 1° giugno e fino al 31 luglio 2020.

«Nonostante il momento di grande difficoltà economica che ha investito l’intero Paese compresi, ovviamente, gli enti pubblici, il Comune di Pesaro continua a dimostrare la vicinanza al mondo delle società sportive in considerazione dell’alto valore sociale che lo sport riveste per tanti pesaresi nonché per gli operatori del settore. Dunque tutte le scuole di danza potranno fare attività nella tensostruttura del parco Miralfiore nei mesi di giugno e luglio – spiega l’assessore alla Coesione Mila Della Dora -, oltre a questo potranno fare affidamento anche sulle palestre comunali in condizioni di sicurezze adeguate. Il tutto sarà regolamentato dall’ufficio sport del Comune, che assegnerà gli spazi a seguito delle richieste che arriveranno». A disposizione delle palestre private e società sportive ci saranno diversi spazi cittadini «come il Parco Miralfiore, campo Scuola, parco Maestri del Lavoro, piazza Europa, campo di Marte e altre aree verdi. Lo sport riparte in sicurezza e con le giuste distanze».

Al parco Miralfiore, nello spiazzale davanti alla fontana e di fronte al bar Serra degli Agrumi, verrà sistemata una tensostruttura (la struttura sarà chiusa lateralmente) delle dimensioni di 15 metri per 15, all’interno una pedana di 12 metri per 12, dove tutte le scuole di danza pesaresi potranno svolgere la loro attività in sicurezza.

Via libera all’attività motoria, a partire dal 25 maggio 2020. Lo stabilisce il decreto della Regione Marche del 17 maggio 2020, che prevede che l’attività svolta presso palestre e piscine sarà consentita. Parliamo quindi di sessioni di allenamento degli atleti professionisti e non, degli sport individuali e di squadra e dell’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso ogni altra struttura dove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico.