Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Rifiuti abbandonati, fioccano le multe: 645 i verbali a Fano, Fossombrone, Colli al Metauro, Pergola e San Costanzo

Dati in crescita rispetto al 2020 quando le violazioni erano state quasi 400 a fronte di 5200 controlli. Le sanzioni previste per l’abbandono dei rifiuti possono andare dai 300 a 3000 euro.

FANO – Tra le piaghe che oramai da anni affliggono la Val Metauro c’è quella di abbandonare rifiuti di ogni genere a bordo strada, nelle campagne o, nell’ipotesi migliori, nei pressi dei cassonetti. Un mal costume che, nonostante riguardi relativamente poche persone, affligge un danno a tutto il comprensorio per quello che concerne l’inquinamento: spesso ad essere abbandonati infatti sono anche elettrodomestici o batterie che sversano i loro liquidi pericolosi sul terreno con conseguenze per tutti. Gli episodi vengono non raramente segnalati e documentati con video e foto dai cittadini che prontamente li condividono sui social auspicando un intervento delle autorità preposte.

Ebbene, per gli incivili che persistono nelle loro condotte è giusto sapere che il territorio viene monitorato costantemente dagli uomini di Aset spa che, nel 2021, tra accertamenti e sopralluoghi, sono intervenuti 6.023 nei Comuni di Fano, Fossombrone, Colli al Metauro, Pergola e San Costanzo.

Val Metauro, rifiuti abbandonati: fioccano i controlli e le multe,
Val Metauro, rifiuti abbandonati: fioccano i controlli e le multe,

L’azione di Aset Spa è prima di tutto preventiva. Lo dimostrano le 1.615 utenze domestiche informate sul corretto conferimento dei rifiuti, a cui si aggiungono anche enti, imprese e attività commerciali (327). Circa 2mila in tutto, dunque, i contatti stabiliti – di persona o telefonicamente – per invitare gli utenti a mantenere un comportamento virtuoso o per spiegare loro caratteristiche e funzionamento di eventuali nuovi servizi. Non solo prevenzione, però. Anche nel 2021 Aset Spa ha effettuato appostamenti (25) e verifiche fotografiche (ben 1.279).

Quest’ultime sfociano spesso in sanzioni: lo scorso anno sono stati 383 i rilievi fotografici allegati ai verbali. Numerose anche le segnalazioni scaturite dal monitoraggio delle telecamere e poi inviate alla polizia locale: 241. Sono state 7, invece, le segnalazioni ad altri organi di vigilanza. Se a questi ultimi due dati si aggiungono i 397 verbali non scaturiti dalla videosorveglianza – frutto di ispezioni sui rifiuti, ma anche di appostamenti o per utenti colti in flagrante -, il totale dei verbali e delle segnalazioni inviate alla polizia locale per successiva competenza raggiunge, nel 2021, quota 645. Dati in crescita rispetto al 2020 quando le violazioni erano state quasi 400 a fronte di 5200 controlli.

 rifiuti abbandonati
rifiuti abbandonati

Tre sono state le segnalazioni pervenute dalla discarica di Monteschiantello per difformità rilevanti sui rifiuti inorganici rinvenuti. Fondamentali le segnalazioni degli utenti, spesso tramite numero verde (800 99 74 74): lo scorso anno sono state 363, praticamente una al giorno. Aset Spa è poi intervenuta 105 volte in un anno per la rimozione di rifiuti. I controlli riguardano anche i composter: 971 nel 2021, appena 7 i verbali emessi per irregolarità nel compostaggio domestico con conseguente revoca della riduzione Tari. Infine sono stati 3.315 i conduttori di cani controllati, in particolare per verificare il possesso dei sacchetti per la rimozione delle eventuali deiezioni degli animali.

Vale la pena ricordare che le sanzioni vanno da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro, mentre per l’abbandono vero e proprio di rifiuti sono previste sanzioni da 300 a 3000 euro. Se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio.