Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, Ricci soddisfatto del senso unico pedonale in centro. Carriera: «Faremo una passeggiata contromano»

Il sindaco ringrazia cittadini e forze dell'ordine: «L'alternativa era chiudere». Intanto il ristoratore fissa una manifestazione di protesta

PESARO – Senso unico pedonale in centro storico, per il sindaco Matteo Ricci «L’esperimento ha dato buoni risultati».

«L’alternativa sarebbe stato chiudere il centro storico – dice Ricci -. Con l’aiuto di un meteo non ottimale per uscire, abbiamo avuto flussi più regolari e meno assembramenti. Le persone in maniera diligente hanno seguito le indicazioni del senso di marcia e hanno indossato la mascherina. Ci sono stati assembramenti davanti ad alcuni locali, dove la Polizia Locale e la Questura hanno cercato di gestire la situazione».

Le Marche passeranno da zona gialla ad arancione, «Solo i negozi saranno aperti, gli assembramenti si ridurranno di conseguenza». Il ringraziamento alle Forza dell’Ordine, «Per i controlli e ai cittadini responsabili per la collaborazione. Non è semplice trovare un punto di equilibrio nelle scelte tra emergenza sanitaria ed economica».

Un appello infine a collaborare a tutti coloro che ancora sottovalutano la situazione. «Se saremo rispettosi tra 15 giorni avremo meno malati, meno ricoveri e morti e torneremo in zona gialla. Altrimenti andremo in zona rossa, mi raccomando».

Intanto Umberto Carriera, multato per aver aperto la Macelleria con una cena da 90 persone oltre l’orario, continua la sua battaglia.

«A quasi 3 settimane da quella serata, in cui 90 persone scelsero di cenare da me e di opporsi – urlando “libertà, libertà” all’arrivo delle autorità armate – nessuno, e ribadisco nessuno, è risultato contagiato. A che serve dirlo? In primis, a dimostrare che dietro certe tesi scientifiche, propugnate da addetti ai lavori preoccupati più ad assecondare le politiche restrittive del governo che a fare informazione medica, c’è nulla più che l’intenzione di terrorizzare i cittadini. Ricordo, inoltre, che domenica, a partire dalle 16, sarò alla testa di una passeggiata contromano nel centro storico di Pesaro, per ribadire il mio, il nostro, disappunto rispetto a normative inutili, liberticide e illegittime. Basta con la strategia della paura. Opporsi, reagire, resistere e mobilitarsi contro chi ha scelto di distruggere le nostre libertà è un dovere morale».