Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, da Rembrandt a Pinocchio: tutte le mostre per un Natale di cultura

Ai musei civici le incisioni del maestro olandese nell'esposizione “Rembrandt incisore”. Ecco gli eventi in programma alla Pescheria, al museo nazionale Rossini e non solo

Museo nazionale Rossini di Pesaro
Museo nazionale Rossini di Pesaro (Foto: Luigi Angelucci)

PESARO – Per le feste di Natale, ecco tutte le mostre e gli appuntamenti culturali di Pesaro.

A Pesaro Musei, fino al 9 gennaio tornano le aperture straordinarie tutti i giorni compreso il lunedì, a Palazzo Mosca – Musei Civici (piazza Mosca 29), Museo Nazionale Rossini (via Passeri) e Casa Rossini (via Rossini 34). Nel weekend sono aperti la Domus di via dell’Abbondanza e la Sonosfera® che dal 24 dicembre propone in anteprima il nuovo programma dedicato a Raffaello messo a punto per il quinto centenario della morte del Divin Pittore, che verrà presentato ufficialmente il 14 gennaio prossimo. Proseguono le visite guidate (martedì, giovedì e sabato) a Palazzo Ducale in via eccezionale tutte con una durata di un’ora mezza

Scelta ghiotta anche per le mostre. Da non perdere ai Musei Civici “Rembrandt incisore” a cura di Luca Baroni con più di 100 opere di un classico dell’arte grafica per la prima volta a Pesaro e nelle Marche. L’allestimento si snoda abbinando cromatismi diversi per ogni tema: la presentazione dell’artista, la rappresentazione del corpo, la serie dedicata alla Notte, le scene dell’Antico e Nuovo testamento che costituiscono il nucleo più rilevante di opere e i “Pensatori e artefici”, con alcuni dei capolavori più famosi. Chicca preziosissima, il Faust nello studio, un foglio di tiratura eccezionale da cui la scelta di utilizzarlo come immagine dell’esposizione.  

Alcune delle incisioni in mostra a Pesaro

Sempre a Palazzo Mosca, si visita “Pinocchioacquatico” di Luca Caimmi con le tavole del libro Le Avventure di Pinocchio, Orecchio Acerbo (2019), che rilegge il classico di Collodi con una visione molto legata alla terra d’origine dell’illustratore pesarese e al mondo marino. E sono proprio gli esseri del mare nati dalla mano di Caimmi a creare il legame con “De piscibus”, la seconda sezione del progetto accolto alla Biblioteca Oliveriana. Qui sono esposti gli schizzi del libro di Pinocchio ma anche i disegni con cui l’artista interpreta le tavole del De piscibus di Ulisse Aldrovandi (1522-1605) e di Aquatilium animalium historiæ di Ippolito Salviani (1514-1572), due trattati scientifici davvero notevoli di cui l’Oliveriana conserva edizioni storiche.  

Al Museo Nazionale Rossini prosegue l’esposizione “ROF 15K. La libertà dello sguardo nell’immaginario visivo rossiniano” a cura del Rossini Opera Festival, proposta davvero originale per ripercorrere la storia gloriosa dell’unico festival al mondo dedicato a Rossini, genio di Pesaro. 

Doppia proposta per il contemporaneo, al Centro Arti Visive Pescheria la “Mostra fotografica” di Stefano Graziani costituisce il terzo capitolo – dopo “Qualsiasità” del 2017 e “Le forme del tempo” del 2019 – di un ciclo di dialoghi per immagini a cura di Alessandro Dandini de Sylva. Per Graziani (Bologna, 1971) la ricerca fotografica è strumento di catalogazione, narrazione e reinterpretazione. Nell’originale allestimento di studio baukuh, esposte opere di periodi diversi. Allo spazio bianco di via Zongo 45 fino al 9 gennaio, ‘Proiezioni. Giuseppe Tomasello’ a cura di Lorenzo Fiorucci. 

Nell’offerta museale anche il Museo Officine Benelli (via Mameli), simbolo di una tradizione eccellente della città – quella di piloti e motori -, e Palazzo Ciacchi (via Cattaneo) con il percorso espositivo di dipinti e ceramiche provenienti dai depositi museali: la sede di Confindustria Pesaro Urbino è aperta il quarto giovedì di dicembre. 

Al Museo della Marineria Washington Patrignani di Villa Molaroni (viale Pola 9) si va alla scoperta della storia della città dal punto di vista della gente di mare.  

Spostandosi nel cuore del Parco San Bartolo – magnifico anche con i colori dell’inverno, si incontrano l’area archeologica e l’antiquarium di Colombarone (strada San Cristoforo 136) per un viaggio nella storia più antica del territorio. 

Pesaro Musei, orario fino al 9 gennaio 2022:

< Palazzo Mosca – Musei Civici tutti i giorni 10-13/15.30-18.30 

< Casa Rossini  tutti i giorni 10-13/15.30-18.30 

< Museo Nazionale Rossini tutti i giorni 10-13/15-18 

< Domus – Area archeologica di via dell’Abbondanza  sabato, domenica e festivi 10.30-12.30/15.30-17.30
< Palazzo Ducale visite guidate (durata 1h e 30) 𝐠𝐢𝐨𝐯𝐞𝐝𝐢̀ 𝟐𝟑 e 𝟑𝟎 𝐝𝐢𝐜𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞, 𝐦𝐚𝐫𝐭𝐞𝐝𝐢̀ 𝟐𝟖 𝐝𝐢𝐜𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞 e 𝟒 𝐠𝐞𝐧𝐧𝐚𝐢𝐨 ore 16, 𝐬𝐚𝐛𝐚𝐭𝐨 𝟖 𝐠𝐞𝐧𝐧𝐚𝐢𝐨 ore 10. Prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente (0721 387541, 0721 1922156, palazzoducale@pesaromusei.it. Chiusure: 21 e 25 dicembre, 1 e 6 gennaio. Ingresso a pagamento, gratuito fino a 18 anni e possessori della Carta Famiglia del Comune di Pesaro 

<Sonosfera® (Palazzo Mosca) 24 dicembre-9 gennaio venerdì, sabato, domenica e festivi turni ore 10.30 (Frammenti di Estinzione nell’Orologio Climatico), 11.30 (Raffaello), 16 (Frammenti di Estinzione nell’Orologio Climatico), 17 (Raffaello); prenotazione obbligatoria (biglietteria dei Musei Civici 0721 387541, pesaro@sistemamuseo.it), ingresso a pagamento, gratuito fino a 18 anni e per i possessori della Carta Famiglia del Comune di Pesaro. Nel rispetto della normativa vigente l’ingresso è consentito al pubblico dotato di green pass rafforzato 

< Museo Officine Benelli (via Mameli) lunedì-sabato 9-12.30/16.30-19 domenica 26 dicembre, giovedì 6 gennaio 16.30-19, ingresso con card Pesaro Cult, gratuito fino a 18 anni 
< Palazzo Ciacchi (via Cattaneo 34) giovedì 23 dicembre 14.30-18, info 0721 3831; ingresso gratuito, prenotazione consigliata www.museopalazzociacchi.it 

Tutte le sedi sono chiuse il 25 dicembre e l’1 gennaio; info 0721 387541 pesaro@sistemamuseo.it

Museo della Marineria Washington Patrignani Villa Molaroni (viale Pola 9)

Orario: martedì, mercoledì, giovedì 9.30-12.30; venerdì 16-19. Aperture giorni festivi: 24 dicembre: 16-19, 6 gennaio: 9.30-12.30. Chiusure: 25 e 26 dicembre, 1 gennaio. Ingresso gratuito, tel 0721 35588 

Area archeologica e antiquarium di Colombarone (strada San Cristoforo 136) 

Orario: sabato, domenica e festivi 10-13/15.30-18.30. Visite guidate gratuite tutte le domeniche ore 18. Chiusura, 25 dicembre. Ingresso a pagamento, Info Gradara Innova 0541 964673, cell/whatsapp 331 1520659 iatgradara@gmal.com.

Exit mobile version