Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Boom di truffe on line a Pesaro: dall’assicurazione falsa all’auto mai consegnata

I carabinieri della stazione di Montecchio sono riusciti a risalire ai responsabili, spariti dopo aver incassato i soldi

I carabinieri di Pesaro

VALLEFOGLIA – Truffe on line, quattro casi in cui i carabinieri hanno scavato fino a trovare i responsabili e denunciarli. Venditori spariti nel nulla dopo aver preso i soldi dalle loro vittime. Cifre da 70 euro a 8000, ma per i carabinieri ognuno di questi aveva lo stesso peso per poter dare una risposta alle vittime.

Il primo caso riguarda un uomo di Montelabbate che ha sporto denuncia ai militari della stazione di Montecchio perché a fronte del pagamento di 456 euro per una polizza assicurativa on line, si è ritrovato un tagliando falso. Il venditore non ha più risposto ma i carabinieri sono riusciti a rintracciarlo e denunciarlo: si tratta un napoletano di 45 anni già pregiudicato. Altro caso segnalato da un residente di Vallefoglia che aveva comprato on line pezzi di ricambio di un’auto. L’importo era 70 euro, ma i carabinieri non hanno pensato di dargliela vinta così sono risaliti a un 46enne piemontese, denunciato poi per truffa.

Altra indagine per risalire a chi ha truffato una 49enne di Vallefoglia. La donna aveva comprato tramite un annuncio on line una Playstation e aveva inviato al venditore 130 euro. La consolle non è mai stata consegnata. Il venditore, denunciato, è un napoletano di 46 anni, già pregiudicato per reati simili.

Ultimo caso di questi giorni riguarda un trevigiano di 36 anni che ha venduto on line una Passat Sw a un 38enne di Petriano. Incassati 8000 euro è sparito e della macchina nessuna traccia. I militari hanno rintracciato il truffatore e lo hanno denunciato.

Ora ci sarà un processo per gli autori e nel caso di condanna, il risarcimento.