Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro Urbino, dal rave clandestino nel garage al pranzo troppo affollato: multe e chiusure

Ecco il weekend di controlli di carabinieri e polizia locale. A Gabicce in 15 nello scantinato alticci con la musica a palla. Chiuso un sushi bar

PESARO URNBINO – Musica a palla, un rave party clandestino in un garage, tutti multati nell’ambito dei controlli per il rispetto del distanziamento sociale e precauzioni anti contagio. Ma anche un locale chiuso a Pesaro e multe a Sant’Angelo in Vado.

I carabinieri della Compagnia di Pesaro aiutati dal reparto Compagnia intervento operativo, hanno proceduto a una serie di controlli.

I carabinieri avevano avuto la notizia di un possibile rave party tra ragazzi a Gabicce. Sin dal venerdì i militari hanno iniziato a cercare all’interno di capannoni per scoprire eventuali preparativi. Ma le ricerche sono state vaghe, finchè sabato sera un residente di via degli Olmi ha chiamato i militari dopo aver sentito la musica ad alto volume per diverso tempo dopo le 22 di sera. 
I carabinieri si sono precipitati in zona e hanno individuato subito un garage sospetto. I ragazzi del rave, nel frattempo, avevano spento musica e luci. Erano 5 ragazze e 10 ragazzi tra i 22 e i 24 anni. Erano tutti parecchio alticci, in 15 assembrati nel garage, senza mascherina e distanziamento.

Sono stati tutti multati per il mancato rispetto della normativa sul covid, tra l’altro oltre l’orario consentito delle 22. Uno di loro è stato segnalato perché aveva 2 grammi di hashish.

Altre sanzioni a Gabicce mare nei confronti di persone di Cattolica, Riccione e Rimini scese in riviera per l’aperitivo o il giretto del sabato. Non un motivo valido per spostarsi in un’altra regione, cosa non consentita in questa fare. Per loro una multa da 400 euro.

Controlli anche a Pesaro, in particolare al Wiki Sushi di via Ponchielli. Qui sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro per la verifica del rispetto delle norme. Il locale è stato fatto chiudere perché all’ora di pranzo il pienone non sarebbe stato gestito a dovere. In troppi ai tavoli, non conviventi. Poco distanziamento e commensali ammassati. Quanto basta per far scattare la chiusura e multare il titolare. Una sanzione salata, da svariate migliaia di euro, per non aver rispettato alcune regole legate alle norme sul lavoro.

Anche la Polizia locale ha effettuato diversi controlli: quattro bar multati per via degli assembramenti che si erano creati.

I militari della Stazione di Sant’Angelo in Vado hanno controllato all’interno di un bar alcuni avventori intenti ad acquistare bevande alcoliche alle ore 20 circa. Il titolare del locale verrà sanzionato perché conduceva l’attività al di fuori della fascia oraria consentita e, verrà disposta la chiusura provvisoria dell’attività per 5 giorni.
Le tre persone presenti nell’esercizio verranno multate per assembramento.
Alle 23:30 circa due soggetti a bordo di un’ autovettura hanno violato l’obbligo di permanenza nella propria abitazione o domicilio.