Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, terminati i lavori in via Fratti: ora la pista ciclabile tra via Belgioioso e il ponte sul Genica

La capogruppo Dem Mattioli annuncia il voto di lunedì in consiglio comunale: «Variante urbanistica per la bicipolitana»

Il progetto della pista ciclabile in via Fratti

PESARO – Dopo mesi di interruzioni, semafori e deviazioni su via Fratti, sono terminati i lavori da parte di Marche Multiservizi per portare a termine i lavori di scavo e bonifica delle reti gas-acqua-illuminazione che miglioreranno notevolmente i servizi della zona. Ora via libera alla pista ciclopedonale.

«Un’operazione lungimirante – riferisce la capogruppo dem Anna Maria Mattioli – oserei dire di buon senso dal punto di vista dei lavori stradali, onde evitare successivi sondaggi e rifacimenti, a seguito della futura asfaltatura di Via Fratti. Lunedì prossimo in consiglio comunale, andremo ad approvare l’adozione definitiva della variante urbanistica che darà il via alla pista ciclopedonale del tratto di Via Fratti compreso tra Via Belgioioso e il ponte del torrente Genica e la realizzazione della nuova rotatoria in corrispondenza dell’intersezione con Via Madonna di Loreto».

L’amministrazione comunale di Pesaro si era aggiudicata un cofinanziamento regionale su questo progetto, un contributo a cui si è aggiunto un mutuo del credito sportivo a tasso zero, per un ammontare totale di 500mila euro; si andrà così ad incrementare il tracciato della Bicipolitana, un’eccellenza del nostro territorio, sul quale il Comune di Pesaro continua ad investire.

«Una progettazione di utilità al servizio in particolar modo della connessione tra i quartieri Pantano-Muraglia-Montegranaro – prosegue Mattioli – che abbatterà notevolmente i rischi e i pericoli stradali, in quanto consentirà di mettere in sicurezza pedoni e ciclisti lungo un’arteria trafficata, e spesso percorsa purtroppo, a velocità sostenuta. Un risultato ottenuto a favore della mobilità sostenibile e ritengo di buon senso sia tecnico che politico, per lo stralcio al momento del ponticello sopraelevato sul torrente Genica, inizialmente previsto e di collegamento con il quartiere Montegranaro; le disposizioni costruttive dettate dagli uffici tecnici regionali, avrebbero necessariamente obbligato la revisione del progetto, con conseguente lievitazione dei costi di realizzazione ed inevitabili ulteriori allungamenti dei tempi di realizzazione della ciclabile. Si procederà quindi, in fase successiva alla valutazione di un progetto o percorso, anche alternativo se necessario, per poter collegare la ciclabile di Via Fratti con il centro città. Ora non ci sono più ostacoli, dopo il voto che auspico all’unanimità, avanti quindi con le procedure di gara e assegnazione lavori per la messa in sicurezza di questo nodo strategico della viabilità cittadina, per poi proseguire lungo l’asse di Via Giolitti».