Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, si era scontrato con tre auto in sosta, poi la fuga: preso pirata della strada

La polizia locale ha avviato una indagine finchè ha trovato l'auto incidentata in una officina. Alla guida un 23enne di Vallefoglia

L'auto incidentata

PESARO – Pirata della strada ritrovato grazie a un certosino lavoro di indagine dellapolizia locale. Gli agenti hanno sentito meccanici, artigiani, cittadini finchè hanno trovato l’auto del pirata in una officina.

Il fatto era avvenuto sabato 19 settembre alle 3 del mattino in via Belvedere. Il responsabile dell’incidente, secondo la ricostruzione della Polizia municipale, era diretto verso piazzale Cinelli. Qui ha urtato violentemente una Dacia Duster in sosta sul lato destro di via Belvedere.

L’urto ha creato un incidente a catena perchè la Dacia ha colpito una Opel Agila e quindi uno scooter Honda causandone la caduta a terra.

I mezzi danneggiati

I tre veicoli in sosta erano tutti appartenenti allo stesso nucleo famigliare. L’incidente è stato preso in carico dal servizio infortunistica stradale della polizia locale di Pesaro. Dopo le ricerche, l’auto pirata è stata ritrovata martedì 22 settembre in una autocarrozzeria di Vallefoglia in località Morciola. La pattuglia è stata in grado di determinare con assoluta certezza che il veicolo in questione era lo stesso che aveva provocato i danni ai tre mezzi. Sul luogo dell’incidente erano stati infatti recuperati piccoli frammenti di carrozzeria e parti in plastica che si erano rotte e distaccate nell’impatto, risultate perfettamente compatibili con le parti mancanti sull’auto in questione.

Il mezzo è risultato assicurato, quindi i danneggiati potranno rivalersi. Alla guida della Renault Clio c’era un ragazzo di 23 anni residente a Vallefoglia, che si è giustificando dicendo di essersi distratto durante la guida ma non ha fornito alcuna motivazione sul suo allontanamento.

Per questo caso sono previste solo sanzioni amministrative perchè non ci sono stati danni a persone ma solo alle auto. Complessivamente si tratta di sanzioni che, se pagate entro il termine di 5 giorni dalla notifica (cioè con lo sconto del 30%), prevedono il pagamento di una somma di poco superiore a 300 euro e la decurtazione di 6 punti dal punteggio della patente.

La Polizia Locale ringrazia tutti coloro che hanno collaborato all’indagine (cittadini, artigiani e professionisti del settore ricambi) che hanno fornito informazioni utili al rintraccio del responsabile dell’incidente. È anche grazie a loro che i danneggiati potranno essere risarciti.