Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, si denuda davanti a una ragazza in pieno giorno: denunciato

Il fatto nei pressi della scuola Mengaroni. Altro intervento della Volante che ha intercettato un tunisino spacciatore: sarà espulso

L'auto della Polizia davanti alla questura di Pesaro
L'auto della Polizia davanti alla questura di Pesaro

PESARO – Si denuda davanti a una giovane ragazza di fronte al liceo artistico Mengaroni, denunciato.
Il fatto è accaduto venerdì alle 13 quando una ragazza ha dato l’allarme alla polizia perché un 40enne oriundo gli si è parato davanti masturbandosi. Una scena terribile, in pieno giorno e vicino alla scuola.

Sul posto è intervenuta la Volante della polizia che ha trovato l’uomo ancora nudo, con la lampo dei pantaloni slacciata. È stato bloccato e portato in questura.
Ha detto ai poliziotti di aver assunto metamfetamine, droghe che hanno scatenato le fantasie sessuali del 40enne. Era fuori di sè. È stato quindi denunciato per atti osceni in luogo pubblico. Per ora non ci sono altri provvedimenti adottati anche se in casi simili si rischia anche la tentata violenza sessuale, aggravata dal luogo dove è stata commessa, vicino a una scuola.

Altro intervento della Volante della polizia che ha rintracciato un pluripregiudicato, noto spacciatore nella zona del riminese. Si tratta di un 20enne tunisino che sin dal suo arrivo in Italia, nel 2018, si è messo in evidenza in Romagna nel mondo dello spaccio. Ha collezionato diverse perquisizioni e un arresto, beccato con più droghe come cocaina, marijuana e hashish. Avendo avuto il divieto di dimora nella provincia riminese, ha pensato bene di sconfinare a Pesaro, pur essendo irregolare sul territorio italiano. Ma i poliziotti lo hanno trovato e lo hanno accompagnato al centro per i rimpatri. Il giovane sarà espulso. Molto probabilmente anche a Pesaro si sarebbe messo in mostra nell’ambito dello spaccio.