Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, il ministro Speranza inaugura la Farmacia “Andrea Costa”: «Il futuro del servizio sanitario è qui»

«Le farmacie comunali esprimono un forte sentimento di vicinanza col territorio», spiega il ministro della Salute Roberto Speranza

Farmacia Comunale "Andrea Costa", Pesaro

PESARO – Una farmacia di ultima generazione. Con spazi moderni e funzionali adeguati ad ospitare i nuovi servizi che le farmacie saranno chiamate ad erogare sempre di più nei prossimi anni. È stata inaugurata ieri pomeriggio, 23 agosto, alla presenza del sindaco Matteo Ricci, del presidente Aspes spa Luca Pieri e del ministro alla Salute Roberto Speranza, la farmacia comunale “Andrea Costa” (in via Giolitti 165 a Pesaro) oggetto di un intervento di riqualificazione e rinnovamento.

«Le farmacie comunali esprimono un forte sentimento di vicinanza col territorio – spiega il ministro della Salute Roberto Speranza –. Il futuro del nostro Servizio sanitario nazionale sta qui. Dalle farmacie e dalla loro funzione passa un pezzo della definizione del prossimo Servizio sanitario nazionale. Noi dobbiamo sfruttare di più questa potenzialità. Le farmacie in Italia sono 19 mila: non c’è Comune d’Italia dove non ci sia una farmacia. E quindi oltre al classico e tradizionale ruolo di somministrazione del farmaco noi dobbiamo sempre più immaginare le farmacie come presidio, punto di contatto tra il cittadino e il servizio sanitario nazionale: questa è l’idea della farmacia dei servizi».

«Le farmacie comunali esprimono un forte sentimento di vicinanza col territorio – spiega il ministro della Salute Roberto Speranza

«In questi mesi il ministro Speranza ha dimostrato grande capacità e senso di responsabilità – aggiunge il sindaco di Pesaro Matteo Ricci – Se in primavera fossero prevalse tesi negazioniste probabilmente non avremmo avuto l’estate che stiamo vivendo. Questo grazie alla prudenza, alla campagna vaccinale che sta andando avanti e all’introduzione del Green pass. Siamo ancora in una fase transitoria. Ora dobbiamo continuare a vaccinarci e organizzare al meglio la riapertura delle scuole. Oggi il ministro è qui, in segno di vicinanza alla città e alle farmacie comunali, che offrono servizi fondamentali alla cittadinanza. Ringraziamo la rete delle farmacie, in questi mesi tanti operatori hanno rischiato molto stando in prima linea, ma allo stesso tempo hanno sempre aumentato i servizi, in linea con una delle sfide del nostro paese, quella di rafforzare la sanità territoriale come elemento strategico per la salute di tutti>>.

«Le farmacie comunali di Pesaro sono da sempre un punto di riferimento per i cittadini nella comunità in cui operano – spiega il presidente di Aspes spa Luca Pieri -. Un ruolo che si è ulteriormente consolidato durante l’emergenza sanitaria quando, in una delle province del Paese più colpite dal Covid-19, hanno rappresentato il primo avamposto del sistema sanitario sul territorio. Le nostre farmacie sono rimaste sempre aperte al pubblico e, grazie ai professionisti che ci lavorano, hanno sempre garantito un servizio efficiente ai cittadini anche semplicemente rassicurandoli o consigliandoli. Durante la pandemia le farmacie comunali hanno ampliato la gamma di prestazioni fornite cercando di supportare il Sistema sanitario nella gestione dell’emergenza e di venire incontro alle esigenze della comunità contribuendo in un primo momento al tracciamento dei positivi, successivamente alla prenotazione delle vaccinazioni e, infine, partecipando attivamente alla campagna vaccinale con le somministrazioni effettuate direttamente nelle nostre farmacie. Crediamo che il ruolo delle farmacie sarà sempre più quello di essere il front office della Sanità pubblica con i cittadini. Un nuovo protagonismo che le renderà davvero il primo presidio del Sistema sanitario sul territorio. Un risultato che riusciremo a centrare anche grazie alla qualità dei professionisti che lavorano nelle nostre strutture».​