Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, marito e moglie arrestati con 900 grammi di cocaina

La coppia di albanesi è incensurata e vive al mare a Pesaro. I carabinieri sono riusciti a togliere dal mercato la droga destinata alle feste

La compagnia dei carabinieri di Pesaro

PESARO – La droga per le feste natalizie, marito e moglie con quasi un kg di cocaina.

Tutto è iniziato da un normale controllo sui regolari spostamenti rispetto alle normative anticovid. I militari della stazione di Pesaro, del nucleo radiomobile hanno fermato un uomo alla guida della sua Lancia monovolume in via Niccolò Paganini.
Una volta chiesti i documenti, l’uomo, albanese di 59 anni, ha mostrato evidenti segnali di nervosismo che hanno insospettito i carabinieri. Dopo una attenta analisi i carabinieri hanno trovato dietro il sedile, nascosto in una scatola per pittura che a sua volta conteneva un’altra scatola, una confezione di cocaina da 500 grammi. Le verifiche sono proseguite a casa dell’uomo, assieme al cane antidroga One, un pastore belga.

Nella sua abitazione, all’interno di un palazzo signorile in zona mare, c’era la moglie di 61 anni. Qui sono stati trovati alcuni grammi di cocaina già divisi in dosi pronte per lo spaccio e altre pezzature più ampie in camera da letto per un totale di 400 grammi. Insomma 900 grammi totali oltre al necessario per il confezionamento dai bilancini di precisione, ai coltelli da taglio e il sigillatore di bustine.

La coppia, marito e moglie, aveva anche in casa 5.000 euro in contanti, per i militari chiaro provento dello spaccio dato che i due risultano disoccupati da tempo.
Incensurati e insospettabili, ma con quasi un kg di cocaina che venduta al dettaglio avrebbe potuto fruttare tra gli 80 e i 90 mila euro una volta tagliata. Un giro ampio che avrebbe rifornito la zona per le feste natalizie e che i carabinieri stanno cercando di delineare anche grazie al sequestro dei cellullari. Le indagini dunque proseguiranno per capire i canali di approvvigionamento e i contatti dei due pusher.