Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, litigano per il sesso e lei ferisce il compagno con un coccio di un piatto rotto

Finito in ospedale l'uomo ha avuto una prognosi di 15 giorni. Altro intervento della Polizia per una donna che minacciava di farla finita

L'ospedale di Pesaro

PESARO – Liti di coppia e il caso di una donna che voleva farla finita. Nottata impegnativa per le Volanti della questura di Pesaro.

Una coppia già nota per liti importanti, entrambi italiani tra i 35 e i 40 anni, è finita al centro di un nuovo intervento. L’ultima volta a febbraio, lei aveva ferito il compagno con una coltellata alla mano, tanto che lui era dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso. Questa volta gli è andata persino peggio. I poliziotti sono arrivati in casa e lei, in evidente stato di ebbrezza, ha detto che lui l’aveva aggredita per consumare un rapporto sessuale tutt’altro che consenziente. Lui si è difeso dicendo che lei era in preda ai fumi dell’alcol e che l’accusa era falsa. Sono volate urla, insulti e piatti e la donna, con un coccio rotto, ha ferito il compagno alla spalla. Pieno di sangue è finito in pronto soccorso per suturare la ferita. Ha avuto una prognosi di 15 giorni.

I poliziotti sono intervenuti anche per un’altra lite di una coppia di conviventi. Ma tutto si sarebbe chiuso di lì a poco, con nessun ferito. Da registrare solo una spinta.

Altro intervento a seguito della chiamata d’allarme di una donna che ha allertato la Questura in quanto l’amica aveva minacciato di farla finita tramite un messaggio WhatsApp. I poliziotti sono corsi nell’abitazione della donna, a Pesaro, hanno suonato ma non ha risposto nessuno. Così hanno forzato la porta e hanno trovato la donna in stato confusionale che aveva assunto numerose pasticche di psicofarmaci. È stato chiamato il 118 e la donna è stata affidata alle cure dei medici oltre che al consulto di uno psichiatra.

© riproduzione riservata