Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, colto da infarto mentre guida: addio a Luigi Panzieri

Il 76enne, noto professore del Bramante, era fortemente impegnato nel mondo del volontariato e ha sempre profuso notevoli sforzi a favore dei più deboli e indifesi

Luigi Panzieri
Luigi Panzieri

PESARO – La città piange l’improvvisa scomparsa di Luigi Panzieri, mancato nella mattinata del 7 agosto: il 76enne è stato colto da un infarto mentre era al volante della sua auto.

È successo in Piazzale Matteotti, non distante dalla fontana. Panzieri era alla guida di un van quando è stato colto da un malore che non gli ha lasciato scampo, finendo con il mezzo contro alcuni paletti. Sul posto la polizia locale ed il 118 per i repentini soccorsi che purtroppo si sono rivelati inutili. Il 76enne è deceduto poco dopo all’ospedale cittadino.

La notizia ha fatto ben presto il giro della città lasciando basiti quanti avevano avuto la fortuna di conoscerlo. Il 76enne, noto professore del Bramante, era fortemente impegnato nel mondo del volontariato ed ha sempre profuso notevoli sforzi a favore dei più deboli ed indifesi.

Tantissimi i ricordi in queste ore che lo riguardano tra cui quello dei suoi studenti che lo definivano il loro professor John Keating, chiaro riferimento al personaggio interpretato da Robin Williams in “L’attimo Fuggente”.

Sulla scomparsa è intervenuto anche il sindaco Ricci che lo ha voluto ricordare così: «Un pacifista vero, che si è battuto costantemente contro le disuguaglianze e per i diritti dei popoli, un professore straordinario che ha ispirato intere generazioni di studenti. La mia conoscenza con lui risale ai tempi delle scuole superiori, già in quel periodo esprimeva le qualità che lo hanno fatto stimare e amare da tutta la città».

Tra le sue iniziative più note ricordiamo l’impegno verso la città nigerina gemellata di Keita, la fondazione della Bottega Equo solidale, il Mercatino delle Meraviglie e la valorizzazione delle opere di Massimo Dolcini. Prosegue Ricci: «Sono talmente tante le cose importanti che Luigi ha fatto, che oggi diventa difficile sceglierne alcune. Una scomparsa che colpisce tutta la città e che difficilmente può essere dimenticata».