Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro e il Future Day, cinque temi per ripensare la città

Sabato 5 dicembre il forum tratterà di economia, ambiente, cantieri, politiche sociali, cultura, con la partecipazione di esponenti di governo e della Regione. Ricci: «Ripartiamo dal recovery plan»

PESARO – Resistere e allo stesso tempo pensare a come agganciare il treno della ripresa economica. Future Day – Pesaro Next Generation è il format scelto per ripensare il futuro. Appuntamento sabato 5 dicembre, a partire dalle 15, in streaming con tavoli tematici e ospiti illustri per riorganizzare la città partendo dalle buone pratiche e idee dalle quali ripartire in questa delicata fase di emergenza sanitaria.

Una giornata di confronto per programmare il futuro del territorio insieme ad esponenti di governo e della giunta regionale. Interverranno, per presentare i loro libri, anche il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, l’editorialista del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, la giornalista di Rete 4 Veronica Gentili.

«Il Covid-19 ci tiene quotidianamente schiacciati sul presente, tra emergenza sanitaria, economica e sociale – spiega il sindaco di Pesaro Matteo Ricci –. Dobbiamo mettere la testa sul futuro, per programmare e avere le tante risorse che arriveranno dall’Europa il prossimo anno con il Recovery Plan».

All’interno del Future Day saranno organizzati 5 tavoli di lavoro: abbracciare, rivolto alle politiche sociali e alla scuola; respirare, si affronterà il tema dell’ambiente, mobilità e urbanistica; accelerare, al centro i cantieri pesaresi e lo sviluppo locale; sorprendere, focus su cultura e turismo; connettere, si parlerà di infrastrutture e progetti sovracomunali.

«In quest’ultimo tavolo tematico lavoreremo con i sindaci di tutta la provincia. È assolutamente necessario organizzarsi per essere, dal prossimo anno, motore di sviluppo. Non possiamo perdere tempo, lavoriamo da subito sul futuro».

Future Day sarà trasmesso in diretta Facebook sulle pagine di: Pesaro
ungranbelpo’, Matteo Ricci e dai profili di altri amministratori locali come il vicesindaco Daniele Vimini e il presidente del Consiglio Marco Perugini.

«Il Covid-19 ha ridotto l’attività politica partecipativa – aggiunge Timoteo
Tiberi, presidente dell’associazione Pesaro ungranbelpo’ –. Grazie alle
amministrazioni, negli anni passati ci siamo abituati ad avere a Pesaro diversi momenti in cui i cittadini potevano partecipare in vari settori alla costruzione di un’idea futura di città. Pesaro Future Day vuole essere un tentativo on-line di non perdere queste buone pratiche. Un’occasione per tornare a parlare di città e futuro».

«I tavoli tematici a cu ci si potrà iscrivere daranno spazio ai contributi della
società civile – conclude Tiberi –, mentre i momenti di apertura e chiusura
cercheranno di tenere questi contributi dentro un quadro europeo, nazionale e regionale grazie ai diversi ospiti. Quello che ci aspettiamo è di continuare il percorso di condivisione delle idee di futuro avviato da anni e soprattutto di non farci cogliere impreparati di fronte alle possibilità che i finanziamenti post Covid-19 rappresenteranno per le città, che si mostreranno pronte, capaci e con precise idee di sviluppo».