Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, si mette in tasca il bracciale d’oro in gioielleria: arrestato

Si tratta di un ghanese di 57 anni. I poliziotti lo hanno incastrato e gli hanno trovato addosso l'oggetto intrecciato alla sua collana

La questura di Pesaro

PESARO – Si intasca un bracciale in gioielleria, arrestato un cittadino del Ghana di 57 anni, da oltre 20 anni residente in Italia, già noto alle forze dell’ordine per una serie di reati, tra cui furti in gioielleria.

Tutto è iniziato qualche giorno fa quando fa l’uomo si era recato in una gioielleria di via Passeri per provare dei bracciali. Mercoledì mattina si è ripresentato dicendo che ne avrebbe scelto uno. Una volta che tutti gli ori erano sul banco, l’uomo in una frazione di secondo ne ha messo in tasca uno. La commessa gli chiesto conto della mossa appena fatta. E lui, di fronte al sospetto della addetta, ha tirato fuori le chiavi facendo credere di non aver preso nulla. Poi se n’è andato.

Anche un’altra cliente ha detto di aver visto che l’uomo si era messo in tasca qualcosa di luccicante. Così l’orefice ha chiamato la polizia che è intervenuta con la squadra volante. La donna ha subito fornito una descrizione del presunto ladro, soprattutto con il riferimento a una vistosa camicia a scacchi. Ma sulle prime le immagini dell’impianto di videosorveglianza non erano disponibili, così i poliziotti si sono messi a perlustrare la zona trovando il ghanese alla stazione del treno.

Nel frattempo un’altra volante è tornata in negozio ed è riuscita a visionare le immagini di sicurezza e a vedere chiaramente che l’uomo si era intascato il bracciale. Così l’uomo è stato perquisito a fondo. Per non farsi scoprire, aveva legato l’oggetto rubato alla sua collana, intrecciando il bracciale dietro il collo. Ma i poliziotti si sono accorti e lo hanno arrestato per furto.
Giovedì mattina il processo per direttissima. Arresto convalidato e patteggiamento a 8 mesi con pena non sospesa. Appena i termini saranno definitivi, visti i precedenti, dovrà scontare la condanna. Lo straniero, che risulta residente a Cremona, è stato raggiunto dal foglio di via della Questura e quindi non potrà far ritorno in provincia.