Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, le strappa il bancomat poi preleva i risparmi

Il fatto al quartiere di Tombaccia, ma anche la truffa dell'assicurazione ai danni di una 80enne e il tentativo di sfilare un Rolex

I carabinieri di Pesaro

PESARO – Malviventi in azione, dalla truffa dell’assicurazione al bancomat strappato di mano. Forse una banda organizzata, predoni che sono arrivati a Pesaro per mettere a segno colpi per poi andarsene. Le forze dell’ordine raccomandano attenzione.

La truffa dell’assicurazione

Nella mattinata di sabato una ottantenne è stata raggiunta da un uomo di circa 45 anni vestito in maniera distinta mentre stava rientrando a casa.
L’uomo ha detto all’anziana che la figlia di lei aveva dei problemi con il pagamento dell’assicurazione e che servivano 300 euro altrimenti sarebbe stata nei guai. L’uomo sapeva persino il nome della figlia della donna e ha inscenato anche una chiamata alla signora. Dall’altra parte della cornetta ha risposto una voce femminile ma ovviamente non era quella della figlia. Anche l’anziana ha detto chiaramente che non era la voce della figlia ma per motivi ancora da chiarire alla fine è entrato in casa e ha lasciato 300 euro al malvivente truffatore. Un’oretta più tardi la figlia si è presentata a casa della madre e ha scoperto tutto. Il fatto è stato denunciato ai carabinieri che stanno cercando di individuare eventuali tracce del malvivente.

La truffa del bancomat


Sempre un uomo sui 45 anni con carnagione olivastra è stato segnalato come l’autore di un furto nella zona di Tombaccia. In questo caso l’uomo ha osservato una settantenne che era al bancomat della BNL. Certamente è riuscito a carpire il codice pin del conto corrente perché si è poi avvicinato alla donna strappandole di mano il bancomat. L’uomo è fuggito a piedi e la signora ha denunciato il furto ai carabinieri. Neanche il tempo di cercare di bloccare il conto che erano già stati effettuati prelievi in più punti della città per circa 1.700 euro. Verranno visionate anche le immagini di videosorveglianza della banca per capire la dinamica e rintracciare il responsabile.

Furto con la tecnica dell’abbraccio


Altro caso di malviventi in azione ma questa volta la protagonista è una donna avvenente che ha cercato di avvicinare in viale Trieste un uomo sulla sessantina. Un caloroso saluto ma l’obiettivo era il suo Rolex. L’uomo ha capito che poteva trattarsi del classico furto dell’abbraccio e si è allontanato dando l’allarme a un ausiliare del traffico. Anche su questo caso stanno indagando i carabinieri che hanno avuto notizia di un furto di un Rolex perpetrato il giorno prima a Rimini. Anche in quel caso i protagonisti erano un uomo una donna lei avvenente e lui sulla quarantina. Potrebbero essere gli stessi che in maniera itinerante si sono spostati a Pesaro per cercare altre vittime. Altre segnalazioni sono arrivate infatti dal quartiere di Pantano, dove alcuni anziani sono stati avvicinati da una donna. I carabinieri raccomandano massima attenzione.