Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, a casa un bazar di droghe: hashish, marijuana ed ecstasy. Arrestato

La squadra mobile ha incastrato un 27enne senegalese sorpreso con le sostanze e tutto l'armamentario per lo spaccio

La droga sequestrata

PESARO – Hashish, marijuana ed ecstasy fucsia. Senegalese arrestato con un piccolo bazar di droghe.

L’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, condotta dal personale della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile di Pesaro, ha portato, nel pomeriggio del 5 agosto, all’arresto di un cittadino straniero di 27 anni di origini senegalesi, da alcuni anni regolarmente residente a Pesaro, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giovane era già stato indagato in stato di libertà nei primi mesi dell’anno poiché ritenuto responsabile della conduzione di una attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hascisc nonché di aver realizzato un tentativo di estorsione ai danni di altro soggetto.

Nel corso della successiva attività d’indagine la locale Procura ha emesso un decreto di perquisizione personale e locale al quale, dopo alcuni servizi di appostamento, gli investigatori hanno dato esecuzione nel pomeriggio di venerdì 5. Le operazioni hanno permesso di rinvenire e sequestrare, all’interno del monolocale occupato dal senegalese, parte abilmente occultati sotto ad un mobile, 115 grammi circa di hascisc, 6 grammi circa di marijuana nonché alcune pasticche di ecstasy di colore fucsia. E’ stato inoltre rinvenuto e sequestrato il classico, e necessario per la suddivisione della sostanza, bilancino elettronico di precisione, materiale per il frazionamento e confezionamento, nonché la somma di euro 100 ritenuta provento dello spaccio.

L’uomo è stato arrestato per spaccio. Nella mattinata di sabato 6 il Giudice del Tribunale di Pesaro ha convalidato l’arresto emettendo nei confronti del medesimo la misura cautelare degli arresti domiciliari. Vista la richiesta di termini a difesa formulata dal difensore il processo veniva rinviato.