Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, controlli serrati a Pasqua e rischio di zone delle città vietate

La Prefettura ha ascoltato anche il parere di medici che parlano di ospedali sotto pressione. In arrivo un nuovo giro di vite

Carabinieri

PESARO – Livello dei contagi ancora alto, strutture ospedaliere sotto pressione. La Prefettura annuncia ancora controlli per il weekend e per le festività pasquali. Pronti anche a vietare l’ingresso nelle aree più affollate delle città.

Si è tenuta la consueta riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Vittorio Lapolla, allargata alla partecipazione di tutti i Sindaci della provincia e delle Autorità sanitarie, tra le quali anche il Direttore dell’Area Vasta 1 Romeo Magnoni e il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Marche Nord” Maria Capalbo.

Tutte le Autorità Sanitarie hanno espresso la propria seria preoccupazione sull’andamento del contagio in provincia, anche a causa della presenza delle varianti, e sulla forte pressione che la diffusione dello stesso sta determinando sulle strutture sanitarie.

Di qui l’appello che tutto il Comitato rivolge ai cittadini di osservare con il massimo scrupolo le limitazioni e i divieti previsti dalla legge e di uscire di casa solo quando necessario. È uno sforzo ulteriore che si rende indispensabile per il contenimento dell’epidemia e per favorire al meglio lo svolgimento della campagna di vaccinazione.

L’attività di controllo sarà ulteriormente intensificata per tutto il periodo delle festività pasquali, sia nei principali centri urbani della costa che nelle aree interne a maggiore vocazione turistica, così come lungo le principali arterie stradali ed autostradali. Al dispositivo di prevenzione e di sicurezza, concorreranno, insieme alle Forze di Polizia a carattere generale e alla Polizia Stradale, anche la Capitaneria di Porto e le Polizie locali.

Nel corso dell’ultima settimana (19-26 marzo 2021) sono stati effettuati 3.137 controlli sull’osservanza delle misure di contenimento anti-covid 19, mentre i verbali elevati per la mancata osservanza delle misure di contenimento del contagio sono stati 44. Sempre nello stesso periodo sono stati eseguiti 714 controlli presso esercizi commerciali senza la contestazione di illeciti.

In occasione della prossima riunione del Comitato, che si terrà martedì prossimo, sarà esaminata, d’intesa con i primi cittadini dei comuni della provincia, in vista delle festività pasquali, l’opportunità di interdire le aree “più a rischio” dei centri urbani al transito dei cittadini.