Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

A Pesaro casting per il film “Lo chiamava rock & roll” del regista marchigiano Saverio Smeriglio

Un viaggio on the road tra amicizia, disabilità e coraggio. Fra gli attori protagonisti anche Andrea Montovoli. Le selezioni l'11 dicembre al Solaris

Andrea Montovoli e Federico Villa

PESARO Fanno tappa a Pesaro il prossimo 11 dicembre le selezioni per attori di “Lo chiamava rock & roll”: il nuovo progetto cinematografico del regista marchigiano Saverio Smeriglio, prodotto da Isola Creativa e Imago Animae e col patrocinio del Comitato Italiano Paralimpico, della Federazione Ciclistica Italiana, dell’ANMIL e dell’AISA. Un soggetto originale che ha come obiettivo principale quello di raccontare il mondo delle diverse abilità con il sorriso. 

Dalla sceneggiatura, nel 2022 prenderanno il via le riprese. Tra i protagonisti anche Andrea Montovoli, attore emiliano e noto personaggio televisivo. La produzione ha dato quindi il via alle selezioni per attori, ben quattro appuntamenti in quattro location tutte nelle Marche, in cui si gireranno anche le riprese del film. E sabato 11 dicembre è la volta di Pesaro, dalle ore 10 alle ore 16 presso il Cinema Solaris in Via Filippo Turati, 42.

Si cercano attori con esperienza, sia donne che uomini, di età compresa fra i 18 e i 70 anni, per i seguenti profili:

  • Donna sportiva, bellezza della porta accanto (età 30/40);
  • Signora con capelli lunghi naturali (età 60/70); 
  • Signore con fisicità importante e aria distinta (età 65/70);
  • Donna con bellezza anticonvenzionale (anche tratti duri o mascolini) (età 30/40).
  • Uomo in forma fisica (palestrato, robusto o atletico) (età 35/45)

Si selezionano inoltre comparse e figuranti come: artisti di strada, circensi e performer dall’aspetto appariscente ed eccentrico.

Il cast, in corso di definizione, vede già assegnati alcuni dei ruoli principali: tra i protagonisti gli attori Andrea Montovoli e Nicola Silva e Federico Villa. Una commedia d’autore prodotta da Isola Creativa e Imago Animae. La necessità del regista Smeriglio di sviluppare un soggetto e trasformarlo in sceneggiatura prende spunto dalla sua amicizia con Federico Villa, un ragazzo costretto sulla sedia a rotelle perché affetto da una grave malattia degenerativa, l’Atassia di Friedreich. Federico, dopo aver ispirato l’amico Saverio Smeriglio, sarà anche attore coprotagonista del film e interpreterà se stesso. «Le Marche sono la mia terra – commenta il regista Saverio Smeriglio – e questo film sarà anche l’occasione di promuoverle e valorizzarle, non seguendo i canali delle località già note, ma scegliendo i paesi più nascosti, le campagne incolte e le strade meno battute, che accompagneranno la vicenda dei due protagonisti, facendosi parte integrante della loro storia e delle loro emozioni».

Sul titolo scelto per il lungometraggio – “Lo chiamava rock & roll”, Federico Villa assicura: «È ispirato alla mia filosofia di vita, un inno al non fermarsi mai, a trovare sempre una nuova strada da percorrere, a volte su una sedia a rotella, a volte zoppicando, ma senza mai perdere la speranza e l’amore per la vita».

Coloro che vorranno partecipare al casting dovranno registrare la candidatura inviando il proprio CV. Dopo aver visionato i CV, sarà eventualmente la produzione stessa a dare appuntamento ai candidati per il casting.

In sede di provino sarà poi chiesto ai candidati di interpretare un pezzo a scelta (max 2 min), e di improvvisare su una parte di sceneggiatura.

Per info e candidature info@lochiamavarockandroll.it 

L’ingresso sarà subordinato al controllo del Green Pass.