Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro: anziana aggredita dalla badante, interviene la Polizia

Una 80enne ha azionato il pulsante salvavita per chiamare aiuto. Ucraina di 59 anni arrestata per resistenza a pubblico ufficiale

Anziano utilizza il cellulare

PESARO – L’anziana viene maltrattata e cerca aiuto, la badante l’aggredisce.

Una donna ottantenne lamentava alcuni comportamenti aggressivi della sua badante. Si tratta di una ucraina di 52 anni, temporaneamente in sostituzione della sua badante principale. Nella sera di martedì la situazione è crollata.

Di fronte a un nuovo litigio con urla e comportamenti aggressivi l’anziana ha pensato di premere il pulsante del salvavita per avvisare i familiari. Ma la badante si è accorta e si è scaraventata contro l’anziana strappandole dal collo l’apparecchio. Nella foga l’ha graffiata anche nella spalla, segni visibili e ritrovati anche dalle forze dell’ordine.
Ma nella colluttazione la 80enne è riuscita a premere il tasto e l’allarme è arrivato al nipote che è subito intervenuto in casa per capire cosa fosse successo. La badante si è chiusa in camera e non ne voleva sapere di uscire di fronte alle richieste del nipote. Il ragazzo nel frattempo ha chiamato anche la Polizia che ha inviato la Volante sul posto.

Gli agenti sono intervenuti e la badante ha dato in escandescenze prima insultando e minacciando di morte i poliziotti, poi aggredendoli fisicamente. La donna è stata quindi arrestata per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e minacce. In tribunale a Pesaro l’udienza di convalida. La donna ha patteggiato a 6 mesi con pena sospesa. Più avanti dovrà rispondere anche della denuncia per maltrattamenti nei confronti dell’anziana.