Centro Pagina - cronaca e attualità

Pesaro

Pesaro, dal 19 giugno il parcheggio a Campo di Marte sarà a pagamento nei weekend

Il sindaco Ricci: «C'è il nuovo parcheggio gratuito nella zona e ci sono le navette gratuite dal porto. Nessun balzello»

Il parcheggio in Baia a Campo di Marte

PESARO – Il parcheggio di Campo di Marte in Baia Flaminia sarà a pagamento nei weekend. Questa la decisione del Comune di Pesaro per evitare la sosta selvaggia estiva.

Ad annunciarlo il sindaco Matteo Ricci: «Da anni, il sabato e la domenica in piena estate, abbiamo il problema di un eccessivo afflusso di auto al campo di Marte di Baia Flaminia che spesso sfocia in parcheggio selvaggio. Da due anni abbiamo istituito la navetta gratuita del parcheggio tra i due porti, ma spesso ha girato vuota. Inoltre da questo anno abbiamo realizzato un parcheggio gratuito (prima di entrare in Baia Flaminia) che sta funzionando benissimo. 

Abbiamo deciso di spendere ancora soldi pubblici per la navetta tra i due porti, ma per renderla efficace abbiamo introdotto il parcheggio a pagamento intorno al campo di Marte solo per il sabato e la domenica dal 19 giugno negli orari coperti dalla navetta. La logica è semplice. Se si vuole andare al mare il sabato e la domenica per diverse ore o per l’intera giornata è giusto che il parcheggio sia gratuito: si troverà nel nuovo parcheggio sul lungo Foglia o tra i due porti con il servizio navetta gratuita. Se si vuole andare un’ora o due al mare o a mangiare e bere qualcosa, si potrà trovare il parcheggio, a pagamento, vicino al campo di Marte con facilità ed evitando la sosta selvaggia». 

Il sindaco rilancia: «Stop al parcheggio selvaggio, tuteliamo l’inizio della falesia del Parco Regionale Monte San Bartolo e garantiamo servizi gratuiti ai cittadini che vanno al mare (ovviamente tutti quelli che raggiungono la Baia con la ciclabile e la bici fanno in assoluto la cosa migliore). L’unico balzello è quello che ha pagato il Comune di Pesaro per far girare vuote le navette negli anni scorsi. Da quest’anno si cambia».