Pesaro

Pergola, tartufo, spettacoli e bronzi dorati: tre weekend tra gusto e cultura

Presentata la 25esima edizione della Fiera nazionale del tartufo bianco pregiato. Dal gusto alla cultura, dalla musica allo sport, fino alle attività per i più piccoli: ecco gli appuntamenti

La presentazione della kermesse dedicata al tartufo bianco

PERGOLA – Pergola e il tartufo bianco pregiato. Il borgo dell’entroterra pesarese ospita le prime tre domeniche di ottobre (3-10-17) la 25esima edizione della Fiera nazionale del tartufo bianco pregiato. L’evento è stato presentato nella sede di Confcommercio Marche Nord.

Per tre interi week-end, anche grazie ai raduni camper organizzati dalla Pro loco, la proposta spazia dal gusto alla cultura, dalla musica allo sport, fino alle attività per i più piccoli.

«Quella di Pergola – sottolinea il direttore di Confcommercio Amerigo Varotti – è la più giovane tra le fiere e mostre-mercato dedicate al tartufo della nostra provincia, ma in pochissimo tempo ha saputo emergere e riscuotere un grande successo per la proposta assolutamente unica: l’oro della terra che abbraccia quello dei Bronzi dorati. Per i visitatori una esperienza straordinaria tra gusto e cultura. Pergola e il suo museo, che gestiamo, anche nelle ultime fiere turistiche hanno riscosso un notevole apprezzamento; le premesse per una ottima edizione ci sono tutte».

Dopo lo stop forzato dello scorso anno per la pandemia, la manifestazione dedicata al diamante della tavola, torna con un format simile a quello della edizione 2019.
«Ripartiamo nel massimo rispetto delle norme di sicurezza e con una serie di misure per limitare assembramenti – spiega la sindaca Simona Guidarelli – ma non per questo sarà una edizione in tono minore. L’amministrazione e tutti coloro che collaborano sono al lavoro per proporre una manifestazione di qualità, in grado di promuovere la città e le sue eccellenze. Corso Matteotti sarà la vetrina per il tartufo e i prodotti tipici, mentre in piazza della Repubblica troverà spazio, una delle novità, ‘Pergola produce’. L’evento sarà dislocato anche in piazza Garibaldi e in altri punti del centro per coniugare al meglio sicurezza e ospitalità. Porteremo il tartufo anche a teatro, riproponendo ‘Il teatro dei golosi’, con ospiti importanti. Non mancheranno appuntamenti musicali, quelli per i più piccoli e iniziative sportive grazie alle associazioni locali».

L’evento clou della prima domenica sarà il raduno d’auto d’epoca Ruote nella storia e tartufo bianco pregiato di Pergola, organizzato grazie alla collaborazione con l’Aci. Presente in conferenza la direttrice provinciale Antonella Mati. Una iniziativa che si è realizzata grazie all’impegno dell’assessore al turismo Sabrina Santelli: «Una preziosa vetrina per tutto il nostro territorio, una grande iniziativa costruita da una sinergia strategica tra soggetti pubblici. Con oltre un secolo di storia, più di 1.5 milioni di soci e con un suo organo ufficiale di stampa, un canale satellitare, una radio, l’Aci rappresenta un grandissimo attrattore di interesse ed è un partner ideale per poter comunicare al meglio quelle che sono le grandissime eccellenze del nostro territorio. Ringrazio l’Aci e tutti coloro che hanno lavorato per realizzare questo appuntamento».

Il tartufo pregiato

Sempre domenica 3, alle 9.30 la partenza del primo Pergola Crossing a cura di CorriPergola.
Spazio alla musica domenica 10, con il concerto del Coro Colombati. Come nelle altre giornate sarà possibile degustare il re della tavola nel Salone del Gusto o nei ristoranti e negli agriturismi della città.

Tanti gli appuntamenti in programma la terza domenica.

Il 17 ottobre si aprirà nella splendida cornice del teatro Angel Dal Foco, con l’incontro ‘Il Geoportale della Cultura Alimentare. Il tartufo e la regione Marche’, a cura dell’Associazione Nazionale Città del Tartufo – Istituto centrale per il patrimonio immateriale. Alle 9.30 scatterà la ottava cicloturistica Città del Tartufo.

Nel pomeriggio si tornerà a teatro per ‘Il Teatro dei Golosi’, talk e cooking show, condotto dal giornalista Paolo Notari.

Ti potrebbero interessare